Go Back   Science Forums Biology Forum Molecular Biology Forum Physics Chemistry Forum > Regional Molecular Biology Discussion > Forum Chimica
Register Search Today's Posts Mark Forums Read

Forum Chimica Forum Scienza Chimica. Italian Chemistry Forum.


Pompe ad acqua per trasferire acqua da circuito indipendente

Pompe ad acqua per trasferire acqua da circuito indipendente - Forum Chimica

Pompe ad acqua per trasferire acqua da circuito indipendente - Forum Scienza Chimica. Italian Chemistry Forum.


Reply
 
LinkBack Thread Tools Display Modes
  #1  
Old 08-28-2007, 10:44 AM
Soviet_Mario
Guest
 
Posts: n/a
Default Pompe ad acqua per trasferire acqua da circuito indipendente



Pompe ad acqua per trasferire acqua da circuito indipendente :

Sto cercando una pompa ad acqua meccanica (NON elettrica, poco
m'importa se rotativa, a pistoni o Bernoulli o quant'altro) con
due circuiti acqua indipendenti.
Dovrebbe sfruttare una mandata di acqua fredda di rete (con
scarico) per muovere acqua (calda) di un circuito idraulico
"operato" del tutto indipendente da quello "motore" ...
praticamente, per come l'ho pensata che possa esistere, una
pompa fatta di due ambienti tra loro sigillati stagni, con due
giranti o rotori solidali (calettati sullo stesso albero), di
cui la girante motrice nella parte dell'acqua di rete in
pressione, la girante trainata nella parte di acqua a
circolazione forzata.
Spero di essermi spiegato ... Esistono ? Sotto che keyword
potrei cercare, o ancor meglio, avete qualche sito e/o consiglio ?
grazie in anticipo di segnalazioni o consigli
ciao
Soviet_Mario
Reply With Quote
  #2  
Old 08-28-2007, 03:02 PM
dddtttrrr
Guest
 
Posts: n/a
Default Pompe ad acqua per trasferire acqua da circuito indipendente

On 28 Ago, 12:44, Soviet_Mario <[Only registered users see links. ]> wrote:

Vedi la EDWARDS se le fa..............

Reply With Quote
  #3  
Old 08-28-2007, 04:07 PM
Mavimo
Guest
 
Posts: n/a
Default Pompe ad acqua per trasferire acqua da circuito indipendente

Mentre attendevo pazientemente le vacanze Soviet_Mario ha scritto:


E prendere due giranti di pompe e calettarle? IMHO la soluzione più
economica e veloce
So che non hai chiesto parer, ma che ti servono a fare? Sicuro che la
pressione della prima sia sufficiente alla seconda e se sì che la
portata sia sufficiente? Se troppo bassa potresti avere problemi di
accumulo, se superiore potresti avere al pompa che va in cavitazione,
insomma non è proprio una soluzione ottimale, potrebbe andare bene in
pochissimi casi...

Ciao
Mavimo

--
[Only registered users see links. ]
Reply With Quote
  #4  
Old 08-28-2007, 11:09 PM
Soviet_Mario
Guest
 
Posts: n/a
Default Pompe ad acqua per trasferire acqua da circuito indipendente

Mavimo ha scritto:

si, ci ho pensato, anche se avevo pensato di mettere qualche
sorta di demoltiplica (o di moltiplica, a seconda delle capacità
delle due giranti). A occhio direi di spingere la girante
grossa, a bassi giri, con acqua di rete, e sfruttando la
maggiore coppia, con una moltiplica, far girare ad alti giri la
piccola.



è stata la prima pensata, anche se in effetti la cavitazione era
un dubbio che mi aveva sfiorato nel caso usassi una forte
moltiplica. Viceversa non credo che la pressione dell'acqua di
rete mi possa far girare abbastanza forte la girante attiva.


non voglio usare la corrente, e non solo e non tanto per
questione di soldi, ma per questione che vorrei una pompa che
spinge anche in caso di blackout (essenzialmente perché sto
pensando di movimentare acqua molto calda da/a una stufa, e non
vorrei che si fermasse o che si bruciasse il motore per cause
sue o per il calore eccessivo).
Sono benvenute idee di semplice realizzazione alternative (e
robuste e poco costose ahimè)


non penso che mi serva una grossa portata, e in caso fosse
insufficiente al limite mi bollirebbe dell'acqua in un vaso di
espansione, che metterei in ogni caso per sicurezza e non avere
sovrappressioni impreviste.


questa penso che dovrei cercarmela intenzionalmente


lo scopo è, usando acqua di rete, spostare acqua entro un
circuito indipendente che scambia con una stufa. Questo secondo
circuito non è in pressione e sfoga all'atmosfera (in caso di
ebollizione), ma la pompa lavorerebbe sempre in totale
riempimento di acqua.
Magari mi proverò a disegnare uno schema (se mi riesce di
inventarmelo) di una doppia pompa alternativa a pistoni, con
valvole che si muovano da sé, e che sia attiva in tutte le fasi
di movimento. Se non riesco, do un occhio in giro.
ciao
soviet

Reply With Quote
  #5  
Old 08-29-2007, 01:30 AM
carmine
Guest
 
Posts: n/a
Default Pompe ad acqua per trasferire acqua da circuito indipendente

Soviet_Mario ha scritto:


so che non vuoi una pompa elettrica, ma comunque io ho preso da uno
sfasciacarrozze una pompa elettrica da una caldaia usata; il liquido
circola benissimo ed è testata per alte temperature, anche se per ora non
l'ho ancora usata con la stufa accesa, a causa della mancanza dell'ultima
stagione invernale

comunque per limitare i rischi ed i problemi ho montato la pompa nel punto
presumibilmente più freddo del circuito, ovvero in modo che spinga l'acqua
prima che entri nella serpentina e dopo che è uscita dai termosifoni e
quindi quando è meno calda.

la pompa è da 100W e i tubi di rame da 16 mm (2cm²), il punto più alto è 5
metri sopra il più basso.

esistono anche pompe elettriche a 12 volt e quindi con una batteria superi
il problema blackout, e te la consiglio.

l'alta velocità dell'acqua ti serve solo all'inizio: quando i termosifoni
sono caldi, poi, finito il transitorio termico, puoi anche abbassarla.

ma vuoi veramente stare col rubinetto aperto tutto l'inverno?

Reply With Quote
  #6  
Old 08-29-2007, 11:30 AM
Roberto
Guest
 
Posts: n/a
Default Pompe ad acqua per trasferire acqua da circuito indipendente

On 29 Ago, 03:30, carmine <[Only registered users see links. ]> wrote:


Ciao SOVIET,

Ci provo a darti una mano, considerato che sarebbe un vero piacere
dare una mano a chi tante volte interviene generosamente con la sua
esperienza a questo gruppo.

Per il rapporto fra i due flussi userei come prova gli ingranaggi di
una bicicletta con il cambio, dove la parte dietro calottata alla
pomta A. calda, accorciando forse anche la catena per diminuire
l'inerzia, suppongo che il flusso dell' A. fredda sia continuo, se non
fosse cosi' calotterei sull' albero della pompa A. calda un motorino a
bassa tensione che manderei con un pannello foto voltaico e una
batteria tampone, e magari girando con la pompa A. Fredda magari il
motorino mi fa da dinamo e mi ricarica anche le batterie nell'orario
notturno :-)

Molta fantasia :-), spero di averti dato uno spunto.
Ciao Roberto

Reply With Quote
  #7  
Old 08-29-2007, 01:14 PM
Mavimo
Guest
 
Posts: n/a
Default Pompe ad acqua per trasferire acqua da circuito indipendente

> > E prendere due giranti di pompe e calettarle?

mm... ma hai considerato il consumo di acqua :|


Bhè, se l'acqua è molto calda e non sei in pressione la cavitazione non
la considererei così trascurabile...


IMHO è persino antieconomico usare acqua corrente per muovere il
fluido, l'unico caso in cui so che vengono usati meccanismi del genere
sono solo eni servizi di emergenza delle centrali nucleari e sono una
combinazione di vari meccanismi termici che servonoa spostare le barre
di grafite nel noccio nel caso fosse tutto andato...


Bhè, non servirà una portata infima, ma anzi, sopratutto in fase di
avvio dell'impianto.


A mio modestissimo parere due pompe elettriche (recuperate da caldaie
vanno più che bene) che lavorano in maniera alterna (giusto per non
tenere il motore sotto tensione 24/24 con uno switch ogni 30'
potrebbero essere Ok, poi se vuoi tutelari dai black out credo che con
un UPS da PC di quelli un pò decenti dovresti essere al sicuro (a meno
che non ti trovi in una zona in cui manca corrente ogni 3 per 2 e per
parecchie ore, ma in quel caso un generatore credo che sia d'obbligo).

Ciao
Mavimo

--
[Only registered users see links. ]
Reply With Quote
  #8  
Old 08-29-2007, 01:40 PM
carmine
Guest
 
Posts: n/a
Default Pompe ad acqua per trasferire acqua da circuito indipendente

Mavimo ha scritto:


esagerato
la pompa lavora in inverno.
basta montarla nel punto più freddo del circuito.
Reply With Quote
  #9  
Old 08-29-2007, 02:04 PM
Mavimo
Guest
 
Posts: n/a
Default Pompe ad acqua per trasferire acqua da circuito indipendente

Mentre attendevo pazientemente le vacanze carmine ha scritto:


Il problema non è che la pompa (o melgio la girante) muove un fluido
caldo, quanto che solitamente negli impianti termoidraulici le pompe
partono quando il termostato dice che si va sotto una certa soglia di
temperatura e si blocca quando la supera. In questo modo a parte il
transitorio di avvio la pompa non lavora mai in modo continuato, ma
solo per dei piccoli periodi per mamtenere stabile la temperatura.
Al contrario SM vuole far andare la pompa SEMPRE (essendo una stufa che
scalda in continuo per evitare il surriscaldamento dell'acqua), quindi
una volta avviata la pompa deve andare per 24/24 e i motori ne
risentono abbastanza (surriscaldamento degli avvolgimenti, spazzole,
....) quindi consigliavo di averne due in modo che lavorando a ritmi
alternati comunque facendo 30min per unma sono sottoposti a "sforzi"
inferiori. Ovvio che poi può comprarsi uan pompa "migliore" e usarne
solo una, ma il costo aumenta notevolmente.
Considera anche che in caso di due pompe in parallelo attivate in modo
alternato si potrebbe preverede una spece di meccanismo di sicurezza
(un minicontroller da pochi euro) per cui se una pompa salta l'altra
interviene salvando la baracca (ovvio che poi quella danneggiata va
sostituita il prima possibile).

JM2C
Mavimo

--
[Only registered users see links. ]
Reply With Quote
  #10  
Old 08-29-2007, 02:58 PM
carmine
Guest
 
Posts: n/a
Default Pompe ad acqua per trasferire acqua da circuito indipendente

Mavimo ha scritto:


infatti nelle caldaie viene continuamente acceso e spento anche il flusso
principale del gas, non solo la pompa.


24 ore su 24 o è una pellets o ci vuole un fuochista
a parte gli scherzi, è giusto ciò che dici, ed in ogni caso in qualunque
circuito è meglio una ridondanza, comunque è meglio fare anche una corona
di alluminio attorno al motore (tipo quella dei transistors, ovviamente di
dimensioni adatte) e magari montarci una ventolina da 2-3W che mandi il
calore nell'ambiente, in modo da sfruttare anche il motore per il
riscaldamento della casa.


a questo punto, più che temporizzare, l'ideale sarebbe che all'inizio
funzionino entrambe le pompe in modo da far circolare una maggiore quantità
di acqua nel circuito e riscaldare gradualmente la casa; raggiunta una
certa temperatura X dell'acqua, ne funziona una sola e le pompe si scambino
il lavoro in base alla temperatura raggiunta e non al tempo di
funzionamento.

comunque il sistema con vaso di espansione aperto ha un sistema di sicurezza
passivo, ovvero una autoregolamentazione della temperatura: se l'acqua
raggiunge alte temperature ed una parte di questa evapora, viene
rimpiazzata da una certa quantità di acqua fredda che fa diminuire la
temperatura del sistema.

una bella sonda termometrica nel vaso potrebbe far "scattare un allarme" che
consiglia all'addetto alla legna di far diminuire il fuoco nella stufa non
inserendone altra per un certo tempo.


Reply With Quote
Reply

Tags
acqua , circuito , indipendente , pompe , trasferire


Thread Tools
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Trackbacks are On
Pingbacks are On
Refbacks are On

Forum Jump

Similar Threads
Thread Thread Starter Forum Replies Last Post
acqua distillata corrosiva per i metalli?se eccessivamente diluita nel circuito refrigerante dei motori Dav_ Forum Chimica 16 10-25-2007 07:09 PM
pompe di calore e acqua davide.cesare@tin.it Forum Chimica 2 07-07-2006 12:11 PM


All times are GMT. The time now is 01:32 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright 2005 - 2012 Molecular Station | All Rights Reserved
Page generated in 0.18306 seconds with 16 queries