Go Back   Science Forums Biology Forum Molecular Biology Forum Physics Chemistry Forum > Regional Molecular Biology Discussion > Forum Biologia
Register Search Today's Posts Mark Forums Read

Forum Biologia Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


Sono quì per risolvere tutti i vostri problemi di salute

Sono quì per risolvere tutti i vostri problemi di salute - Forum Biologia

Sono quì per risolvere tutti i vostri problemi di salute - Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


Reply
 
LinkBack Thread Tools Display Modes
  #1  
Old 08-24-2003, 03:21 PM
Tizio
Guest
 
Posts: n/a
Default Sono quì per risolvere tutti i vostri problemi di salute



NUOVE TERAPIE (Versione completa e riassuntiva):


TRAPIANTO TESSUTI ED ORGANI NON COMPATIBILI:
Inserire sotto la cute dei piccoli frammenti dei tessuti di cui è composto
l'organo non compatibile da trapiantare, attendere che si verifichi il
rigetto e che i frammenti vengano completamente distrutti, e dopo un certo
periodo di tempo ripetere l'operazione; Ripetere più volte tale procedimento
fino ad ottenere la desensibilizzazione che renderà il paziente capace di
tollerare i tessuti, e quindi anche l'organo, senza reagirvi.


CURA CONTRO CANCRO, LEUCEMIE, CASTLEMAN, ARTERIOSCLEROSI:
Prelevare mediante biopsia un frammento di tessuto tumorale del paziente,
coltivarlo in vitro, prelevare un certo volume di sangue dal paziente,
separare da esso tutti i leucociti e introdurre solo questi nel recipiente
contentente il tessuto canceroso; Lo scopo è esporre per lungo tempo i
linfociti t-helper al solo contatto con cellule cancerose, per poi separarli
dalle cellule tumorali e reintrodurli nel paziente. Il procedimento può
essere ripetuto più volte, si può continuare con regolarità a prelevare
sangue e reintrodurre i linfociti nel paziente, senza interrompere le altre
terapie. Possono essere utilizzati nel procedimento, invece delle cellule
cancerose, le sostanze di cui sono composte le placche arteriosclerotiche.


CURA CONTRO TUTTE LE MALATTIE AUTOIMMUNI:
Si preleva un certo volume di sangue del malato e si tengono in vita ed in
attività le cellule del sistema immunitario (i linfociti); Questi linfociti,
trovandosi fuori dall'organismo e quindi lontano dalle cellule o dai
neurotrasmettitori interessati dalle patologie autoimmuni, non potrebbero
più incontrare l'antigene HLA (estraneo all'organismo) posseduto da tali
cellule o i neurotrasmettitori che sono causa della risposta immunitaria;
Passato un certo periodo di tempo questi linfociti saranno pronti, una volta
reintrodotti nell'organismo del paziente a innescare i meccanismi
autoregolatori di soppressione che interrompono la risposta immunitaria, una
delle fasi necessarie nel trattamento di desensibilizzazione per le allergie
per ottenere una progressiva desensibilizzazione.


ALTRE MALATTIE AUTOIMMUNI:
Sono state fornite le ipotesi e argomentazioni (qui omesse) sostenenti che
le seguenti patologie sono tutte malattie autoimmuni e possono essere curate
col trattamento di desensibilizzazione in vitro (su descritto): Il morbo di
Parkinson, la còrea di Huntington, la narcolessia, l'Autismo, la
Schizofrenia, la sindrome da fatica cronica, alcuni casi di depressione
endogena, le sclerosi, le distrofie, la leucodistrofia.


MALATTIE DA PRIONI:
Delle nuove ipotesi spiegano che le seguenti patologie sono causate da
un'enzima prodotto da alcuni batteri della flora intestinale: Morbo di
Alzheimer, malattie da prioni (morbo di Creutzfeldt-Jakob, BSE, kuru,
sindrome di Gerstmann-Sträussler-Scheinker, insonnia familiare fatale).
Quindi nei pazienti affetti da tali patologie occorre, nei casi urgenti
eliminare con antibiotici tutta la flora intestinale; Inoltre occorre
isolare il batterio che produce l'enzima per poi trovare un'antibiotico in
grado di eliminarlo dall'organismo.


APPARECCHIO FILTRA VIRUS:
L'apparecchio filtravirus, simile all'emodializzatore, permette, con due
filtri tubolari oppure due centrifughe, di rimuovere dal sangue solo il tipo
di cellule o virus desiderati. Può essere impiegato per malati di Aids, per
qualsiasi infezione virale, per setticemie causate da batteri resistenti
agli antibiotici, per la leucemia. Funzionamento dell'apparecchio: La prima
centrifuga separa tutti i corpi più densi, la seconda, tutti i corpi meno
densi di quelli che si vuole rimuovere, lo stesso discorso è fatto con i
filtri: Il primo filtro separa tutti i corpi più grandi, il secondo filtro,
tutti i corpi più piccoli dei virus.


MORBO DI BURGER:
Una nuova ipotesi spiega che il morbo di Burger sarebbe causato dalla
continua ed eccessiva secrezione da parte dell'organismo di sostanze ad
azione vaso-costrittive. Occorre una terapia farmacologica: Un farmaco ad
azione vaso-dilatatore per annullare la costrizione operata dall'organismo
del paziente; Poi occorre diminuire gradatamente la dose del farmaco ad
azione vasodilatatore in modo da dare il tempo all'organismo di diminuire
gradatamente la secrezione di sostanze ad azione vaso-costrittive, questo
nel caso che il paziente sia un fumatore.


AUMENTO CALIBRO CAVITA' RISTRETTE:
Se l'ostruzione è causata da cicatrici o escrescenze queste vanno rimosse
chirurgicamente, se invece l'ostruzione è dovuta alla riduzione del calibro
della cavità occorre un'intervento chirurgico per dilatarla, se necessario
anche con una protesi temporanea, un piccolo anello di opportuna forma che
dilatando i tessuti dovrebbe col tempo dilatare la cavità.


CURA PER TUTTE LE MALATTIE GENETICHE, IL TRATTAMENTO FARMACOLOGICO DI
SELEZIONE ARTIFICIALE CELLULARE:
Esponendo prima i t-helper a frammenti di tessuto coltivati in vitro, poi a
cellule del midollo o dei linfonodi in vitro, si otterranno anticorpi che,
isolati e sintetizzati permetteranno di selezionare cellule del tessuto
sempre più simili a quelle sane, distruggendo i gruppi di cellule,
caratterizzati da specifici antigeni, aventi sequenze di nucleotidi più
diverse da quelle di cellule sane. Prelevare un certo volume di sangue dal
paziente, separare da questo i linfociti t-helper e introdurli in un
recipiente contentente i tessuti colpiti dalla patologia (ottenuti
coltivando in vitro frammenti di tessuto prelevati mediante biopsia) con lo
scopo di esporre per lungo tempo tali linfociti al solo contatto con le
cellule di tal tessuto. Una sonda (telecamera + pinzetta + vano contenitore)
puo operare numerose e piccolissime biopsie sul varie parti del tessuto
interessato dalla patologia di origine genetica; Un semplice sottilissimo
cilindro chiuso solo ad una sua estremità e l'altra tagliente può adempiere
egregiamente alle funzioni di pinzetta e vano contenitore. Durante tutto il
tempo che i linfociti t-helper rimarranno nel recipiente insieme alle
cellule dei tessuti colpiti dalla patologia, questi linfociti potranno
rilevare solo gli antigeni posseduti da tali cellule. Ipotesi: Ogni
linfocita t-helper tiene in memoria tutti i tipi di antigeni incontrati ed
per ognuno il numero di volte che è stato incontrato e in base a queste
informazioni verranno fabbricati un determinato numero di linfociti B e
linfociti T-killer con determinate caratteristiche. Ipotesi: Qualsiasi
sostanza se in quantità eccessiva può risultare dannosa per l'organismo,
quindi è probabile che l'organismo abbia la capacita di sviluppare una lieve
risposta immunitaria contro una qualsiasi sostanza che improvvisamente
compare in quantità eccessiva nell'organismo. Dopo un certo periodo di tempo
separare i linfociti dal recipiente contentente i tessuti colpiti dalla
patologia e introdurli nel recipiente contenente il tessuto del midollo
osseo o dei linfonodi (ottenuti coltivando in vitro frammenti di tessuto
prelevati mediante biopsia). I linfociti T-Helper dovrebbero stimolare il
tessuto del midollo osseo o dei linfonodi a fabbricare linfociti T-Killer e
linfociti B che producono anticorpi contro tutte le cellule del tessuto
colpito dalla patologia. Secondo una teoria (qui omessa), gli anticorpi
prodotti dovrebbero essere di più tipi ognuno dei quali in grado di legarsi
solo agli antigeni posseduti da un gruppo di cellule di un determinato
tessuto caratterizzato da antigene specifico. E' possibile con le attuali
tecniche a disposizione isolare, determinare la sequenza di amminoacidi,
sintetizzare ognuno di questi anticorpi ed eventualmente le relative
proteine plasmatiche del sistema del complemento, oppure è possibile indurre
con sostanze cancerogene o radiazioni il cancro nel tessuto del midollo o
dei linfonodi in vitro, con lo scopo di ottenere grandi quantità di
anticorpi o linfociti T-killer che distruggono solo il gruppo di cellule
desiderate di un determinato tessuto. Conoscendo le sequenze di nucleotidi
dei geni di una cellula sana e confrontandole con le sequenze di nucleotidi
dei geni dei vari gruppi di cellule di un determinato tessuto affetto da
qualsiasi anomalia, è possibile determinare quali sono i gruppi di cellule
dotate di geni che codificano per il difetto genetico causa della patologia,
formati da sequenze di nucleotidi più differenti da quelle dei geni
posseduti dalle cellule di un'individuo sano; Secondo una teoria (qui
omessa) tali gruppi di cellule avrebbero antigeni che li contraddistinguono.
Diviene così possibile scegliere l'anticorpo che distrugge solo le cellule
aventi geni formati da una sequenza di nucleotidi più differente da quella
dei geni posseduti dalle cellule di un'individuo sano. E possibile con la
leucaferesi ottenere cellule staminali dal paziente, e aggiungerle nei
tessuti in vitro per prolungare la durata della coltura. E possibile
eseguire tutto il procedimento di selezione artificiale cellulare in vitro
sino ad ottenere che il tessuto in vitro diventi un tessuto sano in modo da
determinare l'ordine e quali anticorpi (ed eventualmente proteine
plasmatiche del sistema del complemento) verranno poi usati nella terapia.
NOTA: Determinare se la proteina del complemento e gia presente nel sangue o
va fabbricata dal sistema immunitario apposta. NOTA: I linfociti non helper
durano poco tempo e distruggono le cellule in questione senza stimolare una
reazione immunitaria, lo stesso gli anticorpi.


RIGENERAZIONE TESSUTI CEREBRALI E CARDIACI:
Occorre sintetizzare le due proteine (nell'HIV sono le gp120 e le gp41) con
cui i virus che causano encefaliti si legano ai neuroni. Somministrate
insieme inducono nel neurone la cessazione delle altre attività, ma non lo
danneggiano. Quando il neurone porta a termine le operazioni di
trascinamento dell'acido nucleico dal virus inesistente nella cellula, si
dovrebbe attivare il processo di riproduzione cellulare in mancanza di
pressione sulla membrana, che era esercitata dal neurone adiacente andato
distrutto. Si replica non il neurone ma la cellula della nevroglia su cui si
poggia, la quale genererà successivamente un nuovo neurone. Non appena la
fase di riproduzione viene terminata, tali cellule dovrebbero riprendere
subito l'attivita neuronale, prioritaria sull'attività di riproduzione
cellulare in mancanza di pressione esercitata dalla cellula adiacente.
Quindi la cellula si replica una sola volta, ma il procedimento puo essere
ripetuto, con successive somministrazioni. Per far riprodurre le cellule
cardiache di un paziente che ha subito un'infarto e far regredire il tessuto
connettivo occorre sintetizzare e poi somministrare le due proteine con cui
i virus che infettano le cellule del tessuto cardiaco si legano a tali
cellule.


PROCEDIMENTO PER OTTENERE L'IMMORTALITA':
Tecnica che permette di ringiovanire e raddoppiare la durata della vita di
un soggetto anche se in eta avanzata, usando le sue stesse cellule; Tal
procedimento può essere ripetuto illimitatamente. Una cellula del tessuto
del testicolo inietta alcuni filamenti di acido nucleico nello spermatocito
tra cui uno che azzera il "valore dell'età dell'organismo" memorizzato in
quella cellula. Con gli attuali mezzi a disposizione è possibile isolare tal
filamento e, se è di DNA, replicarlo con la PCR per poi iniettarlo nelle
cellule del midollo o in altre cellule dell'organismo. Se si tratta di un
filamento di RNA è possibile modificare il procedimento della PCR affichè
possa produrre un gran numero di copie di tal filamento: Nella PCR invece di
usare DNA si utilizza l'RNA; Nella fase "annealing" il primer si lega al
filamento di RNA; Nella fase "polimerizzazione", la trascrittasi inversa
ricostruirebbe il filamento di DNA corrispondente, aggiungendo i nucleotidi
complementari. Poi la fase "denaturazione" indurrà la separazione dei due
filamenti complementari DNA e mRNA. Nelle successive seconda e terza fase,
con l'enzima polimerasi, il filamento di DNA verrebbe completato. E nei
successivi cicli, verrebbe replicato piu volte. Ottenuto il filamento di DNA
sarà possibile ottenere da questo, un gran numero di filamenti di RNA
complementari: Nella fase di denaturazione, la molecola di DNA viene
riscaldata e scissa nei due filamenti complementari. Nella fase di annealing
brevi sequenze di RNA sintetizzate chimicamente (primers), vengono aggiunte
nella provetta di reazione, e, a una determinata temperatura, si legano in
punti specifici di ciascun filamento di DNA. Nella fase di polimerizzazione,
l'enzima RNA polimerasi catalizza il legame dei primers con nucleotidi
liberi; ciò avvia la progressiva formazione di un nuovo filamento di RNA
complementare a quello del DNA. Completata la sintesi del filamento di RNA,
questo dovrebbe distaccarsi da quello di DNA nella fase di denaturazione. I
nucleotidi da utilizzare sono quelli di cui sono composte le molecole di
RNA.


PROCEDIMENTO PER OTTENERE NUOVE RISORSE ALIMENTARI:
E' possibile utilizzare la tecnica della "selezione artificiale", per alcuni
organismi unicellulari (protozoi, alghe unicellulari, ecc..) per far si che
siano costituiti da proteine commestibili e non tossiche, oppure per
ottenere batteri che producano la maggior parte delle proteine commestibili
per l'uomo contenute nei cibi animali e vegetali. Tali microrganismi,
coltivati dalle popolazioni che soffrono la fame verrebbero utilizzati per
uso alimentare, come gia avviene con il lievito, cotti (quindi sterilizzati)
e successivamente essiccati formerebbero una sorta di farina, oppure
coltivati per estrarne proteine alimentari da loro secrete.

1 Fase: Si fanno riprodurre i batteri oppure gli organismi unicellulari
(protozoi, alghe unicellulari, ecc..) in grandi contenintori per averne in
gran numero. Nonostante tali microrganismi secernano o siano formati tutti
dalle stesse proteine, tali cellule possedrebbero geni che, nonostante
codificano tutti per le stesse proteine, non sarebbero tutti identici tra
loro ma vi sarebbero lievi differenze nella sequenza di nucleotidi: A ogni
tripletta corrisponde un amminoacido. Poiché gli amminoacidi sono venti, e
le possibili triplette sono 64, ne deriva che diverse triplette devono
corrispondere a uno stesso amminoacido.
Tali differenze nella sequenza di nucleotidi sarebbero maggiori sè il numero
di cellule in questione è molto grande e minori o nulle in caso contrario.

2 Fase: Si prelevano a caso, dalla coltura alcune cellule, ognuna delle
quali verrà fatta proliferare in un piccolo recipiente isolato. Da ogn'uno
di tali recipienti vengono prelevati cellule da analizzare. Conoscendo la
sequenza di nucleotidi dei geni posseduti da una cellula animale o vegetale
formata da proteine commestibili e confrontandola con le sequenze di
nucleotidi dei geni posseduti da ognuna delle cellule selezionate dalla
coltura, è possibile determinare in quale recipiente si trovano le cellule
dotate di geni formati da una sequenza di nucleotidi più simile a quella che
sarebbe necessaria per fargli produrre o secernere la proteina alimentare
utile.

3. Fase: Si eliminano dai grandi contenintori i microrganismi precedenti e
si fanno riprodurre dentro questi, quelli nel recipiente in cui si trovano
le cellule aventi geni formati da una sequenza di nucleotidi più simile a
quella che si vuole ottenere.

Si ripete il ciclo dall'inizio.



Reply With Quote
  #2  
Old 08-24-2003, 05:03 PM
Tresette
Guest
 
Posts: n/a
Default Sono quì per risolvere tutti i vostri problemi di salute

sei il migliore!!!!
hai mai provato con zelig?!?!...e con la stricnina?!?!


Reply With Quote
  #3  
Old 08-24-2003, 05:30 PM
Nr. Magoo
Guest
 
Posts: n/a
Default Sono quì per risolvere tutti i vostri problemi di salute

"Tizio" <[Only registered users see links. ]> ha scritto nel messaggio
news:8K42b.262138$[Only registered users see links. ]



soccombo con ammirazione e riverenza. Costui e' un genio


Reply With Quote
  #4  
Old 08-24-2003, 06:12 PM
Forzapanino
Guest
 
Posts: n/a
Default Sono quì per risolvere tutti i vostri problemi di salute

"Nr. Magoo"


Se solo si riuscisse a farlo tornare
nella lampada!
--

Do. Or do not. There is no try.




Reply With Quote
  #5  
Old 08-24-2003, 11:20 PM
Peltio
Guest
 
Posts: n/a
Default Sono quì per risolvere tutti i vostri problemi di salute

"Forzapanino" ha scritto

Si potrebbe provare a diluirlo con l'acido.

saluti,
Peltio
che ci tiene a dire: bambini all'ascolto, non fate queste cose a casa.
(diluire gli ex-180 con l'acido, voglio dire)


Reply With Quote
  #6  
Old 08-25-2003, 12:07 AM
Defraz
Guest
 
Posts: n/a
Default Sono quì per risolvere tutti i vostri problemi di salute

Tizio wrote:


Ciao Tizio, resto in attesa di dettagli sulla tua formazione
scientifica e sperimentale.

saluti
Defraz fiducioso

Reply With Quote
  #7  
Old 08-25-2003, 08:16 AM
Paolo
Guest
 
Posts: n/a
Default Sono quì per risolvere tutti i vostri problemi di salute

A chi scrive qui con la "i" accentata non bisognerebbe nemmeno rispondere.

Ciao


Reply With Quote
  #8  
Old 08-25-2003, 10:08 AM
@ndre@
Guest
 
Posts: n/a
Default Sono quì per risolvere tutti i vostri problemi di salute


"Giuseppe Pipino" <[Only registered users see links. ]> ha scritto nel messaggio
news:Xpj2b.263247

testualmente:

Forse quell'idiota e' a conoscenza del fatto che, nonostante la calotta del
polo nord sia imponebte, la stragrande maggioranza dei ghiacci si trova al
di sopra di terre emerse, pertanto la sua fusoine porterebbe ad una grosso
incremento della massa idrica presente negli oceani.

andrea


Reply With Quote
  #9  
Old 08-25-2003, 11:51 AM
Ladybat
Guest
 
Posts: n/a
Default Sono quì per risolvere tutti i vostri problemi di salute

Giuseppe Pipino wrote:



Traduzione (che se no magari non capisce): Gentile sig. Tizio, visto che qui
siamo un ammasso di ignoranti e' inutile che Lei sprechi il suo prezioso
tempo con noi. Per salvare il mondo e' sicuramente altrove che deve
rivolgersi, quindi, faccia un favore, si tolga dalle balle


grasse risate, direi, come pure il suo collega/fake G.P. Vanoli


morbo di basedow, dice? mmm... questo spiegherebbe un paio di cose...
facciamo una bella filtrata alla tiroide, suvvia che ci vuole!

Vedi ad esempio l'assurdo

filtriamo pure un poco di calotte polari, gia' che stiamo, che quelle
tornano subito belle e splendenti cone nell'ultima glaciazione! (ma che
c'entra lo scioglimento die ghiacciai con tizio?)


Ladybat acida stamattina
--
stagione delle piogge:
i miei capelli di nuovo
intorno al pallido viso
Reply With Quote
  #10  
Old 08-25-2003, 02:33 PM
Mario Campli
Guest
 
Posts: n/a
Default Sono quì per risolvere tutti i vostri problemi di salute

Salve, Giuseppe Pipino.
In data Mon, 25 Aug 2003 08:04:07 GMT hai scritto:


Caro Giuseppe, la Scienza con la "S" maiuscola vuol dire sì modelli,
teorie, ipotesi, ma significa anche "verifica sperimentale".
Prima di sparare altre cazzate, ti invito ad effettuare personalmente il
seguente, semplice esperimento che ti fornirà la prova empirica del
comportamento di un sistema misto di acqua allo stato liquido e solido.

Occorrente: Un bicchiere capiente - dell'acqua a temperatura ambiente -
un cubetto di ghiaccio - un pennarello indelebile.

Svolgimento: riempire il bicchiere per circa 2/3 di acqua; lasciare
scivolare il cubetto di ghiaccio nell'acqua; segnare con il pennarello
indelebile sulla superficie esterna del bicchiere il livello dell'acqua.

End-point: dopo adeguato intervallo di tempo, verificato il completo
scioglimento del cubetto di ghiaccio, controllare se il livello
dell'acqua a) è salito b) è rimasto invariato c) si è abbassato.

In base al risultato, elaborare un nuovo intervento sul newsgroup...

--
___
/\/\/\/ _/ - Doctor Diabolicus
/ / /_
\/\/\/\__/ - [Only registered users see links. ]
Reply With Quote
Reply

Tags
problemi , qui , risolvere , salute , sono , tutti , vostri


Thread Tools
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Trackbacks are On
Pingbacks are On
Refbacks are On

Forum Jump

Similar Threads
Thread Thread Starter Forum Replies Last Post
POSTopec Fusione Fredda REFLUOPETROLIO LEVItazione MAGNETICA MagLEVscorie mafia CFR KO Global Democrazia TRIVOLUZIONE Era Ora ! CavalLETTA jerecuccata e fuga in SOL DO maggiore Tripoli HAMMANET cameragni CFR mafiaassirobabilonese comuscisti LEVIMOLCAatYAHOOGROUPSdotCOM FrancoLeviATtiscaliDOTit Forum Chimica 0 09-29-2009 12:19 PM
L'EMOGLOBINA SMENTISCE DARWIN Identità Europea area Lazio Forum Biologia 10 05-31-2009 10:52 PM
Cellule staminali G. Paolo Forum Biologia 2 04-16-2009 08:25 PM
Guerra contro le donne con i vaccini G. Paolo Forum Biologia 0 11-05-2007 08:48 AM
il Sesso fa Bene G. Paolo Forum Biologia 3 10-28-2007 09:16 AM


All times are GMT. The time now is 05:02 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright 2005 - 2012 Molecular Station | All Rights Reserved
Page generated in 0.24503 seconds with 16 queries