Go Back   Science Forums Biology Forum Molecular Biology Forum Physics Chemistry Forum > Regional Molecular Biology Discussion > Forum Biologia
Register Search Today's Posts Mark Forums Read

Forum Biologia Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


A.A.A. lavoro da biologo cercasi...

A.A.A. lavoro da biologo cercasi... - Forum Biologia

A.A.A. lavoro da biologo cercasi... - Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


Reply
 
LinkBack Thread Tools Display Modes
  #21  
Old 05-28-2008, 01:45 AM
Diego B
Guest
 
Posts: n/a
Default A.A.A. lezioni di italiano cercasi...

On May 27, 4:03*pm, qraz <[Only registered users see links. ]> wrote:

Ehmm....scusate se m'intrometto, ma vorrei per un attimo tornare IT (o
in topic se vogliamo ; )
e cercare di rispondere alla domanda di Betty, una domanda molto
importante e che meriterebbe
un'analisi approfondita del problema.
Purtroppo non ho le competenze per trovare una facile soluzione ma in
modo estremamente stringato
(e dal mio punto di vista, assolutamente parziale):

1) La laurea triennale e' probabilmente destinata al fallimento,
l'idea alla base era buona ma puo' funzionare
solo in paesi dove ci sia realmente una grande offerta di lavoro (vedi
Svezia/Norvegia e USA) e dove quindi le qualifiche intermedie
hanno un loro perche' (non in Italia quindi). Mi spiace, ma oggi come
oggi bisogna pensare in termini quinquennali (almeno)

2) Come giustamente osservato da Dominio, l'Italia non investe in
ricerca, quindi il trasferimento, almeno temporaneo in paese
anglosassone et similia diventa sempre piu' un'opportunita' da non
sottovalutare

3) Per quanto suddetto, a parte la laurea (ma anche il dottorato,
master e quant'altro) imparare l'inglese (almeno) in modo da leggere,
capire e farsi capire, e' semplicemente ESSENZIALE.

Tutto quanto sopra e quanto segue, ovviamente IMHO, ma se dovessi mai
tornare indietro, personalmente spenderei l'ultimo
anno prima della laurea in un buon laboratorio europeo (inghilterra
certo, ma non sottovalutare Norvegia Svezia o Olanda, lascerei
decisamente
perdere Francia e Germania, sovrassature ormai da anni) o
statunitense, eventualmente come trampolino al dottorato (NON italiano
quindi) e poi chissa'...

Infine, vorrei ricordare a tutti che Betty (ed i suoi colleghi di II
anno) ha probailmente 20-21 anni, personalmente a quell'epoca mi
esprimevo
in maniera appena intelligibile, soprattutto in ambiti non formali,
cerchiamo di non essere troppo duri (anche se una battuta si puo' ed
anzi
si deve fare : )

Diego
Reply With Quote
  #22  
Old 05-28-2008, 05:22 AM
ErbaVoglio
Guest
 
Posts: n/a
Default A.A.A. lezioni di italiano cercasi...




[Only registered users see links. ]


In ogni caso, affermare che una cosa non esiste fino a quando non si
riescono ad individuare criteri per misurarla mi pare un po' azzardato.
Certo le variabili sono tante e "convenzionali", ma non mi pare che ad
esempio verificare la capacità di interpretare correttamente un testo, o di
stabilire nessi (la famosa interdisciplinarietà, ricordate?) oppure la
capacità di passare dal particolare al generale e viceversa siano attività
mistiche ed emozionali e pertanto non misurabili.


due

Beh è risaputo che la ricchezza descrittiva di una popolazione è maggiore in
campi esperenziali in cui un'estrema precisione è utile alla sopravvivenza
(i famosi tot di termini con cui gli Inuit descrivono la neve) ma questo
ripeto secondo me è un aspetto diverso che riguarda più la glottologia,
forse.



...ti ricordo che non esiste qualcosa come l'"impoverimento del pernsiero"

--------------------------------
Inviato via [Only registered users see links. ]
Reply With Quote
  #23  
Old 05-28-2008, 12:08 PM
fuzzy
Guest
 
Posts: n/a
Default A.A.A. lezioni di italiano cercasi...

On 28 Mag, 07:22, [Only registered users see links. ] (ErbaVoglio) wrote:

Infatti in questo testo da nessuna parte si parla di criteri oggettivi
per valutare la "qualità del pensiero". E neanche è sottinteso - e ci
mancherebbe - che una competenza matematica significhi una qualità di
pensiero oggettivamente migliore di altre.
Al contrario in questo scritto (ma l'hai letto?) vengono dette delle
cose molto vicine a quello che sostengo io. Vediamo:

"La via tradizionale di _proporre dei modelli attraverso lo studio
della grammatica non sembra più funzionare_, almeno per un'ampia quota
di studenti."

"La via alternativa è quella di costruire una maggiore flessibilità
nell'uso dei linguaggi attraverso situazioni che forzino l'uso di
strumenti linguistici _non come adesione a un modello formale
(grammaticale o stilistico)_ ma come risposta a vincoli di
comunicazione e di rappresentazione espliciti e condivisi."

"In questo articolo ho cercato di sostenere la tesi che _la padronanza
dei linguaggi_, in particolare di quelli della matematica, non
consiste nel saperli usare al di fuori dei contesti ma piuttosto
nell'_essere in grado di passare flessibilmente da un contesto
all'altro_. "

Esattamente tutto quello che sostengo io: la pedanteria sulla orto-
grammatica, ortografia o orto-sintassi, è controproducente. Ingessa il
pensiero invece di renderlo piu elastico. E come dicevo la "proprietà
di linguaggio" non è parlare in modo ortodosso, al contrario è saper
adeguare le forme ai contesti, come per esempio usare "nn", "ke",
"cmq" in internet e sul cell.
La tua idea ortodossa della forma sintattica, grammaticale o grafica,
è quindi semmai nemica dell'apprendimento.

"la mancanza di conoscenze sul contesto inibisce l'uso autonomo del
linguaggio e limita quindi notevolmente la qualità del pensiero. "

Qui per esempio la qualità del pensiero, benche se ne parli senza mai
pretendere di indicare una scala oggettiva, è legata -giustamente-
alla conoscenza del contesto (ai contenuti) e NON alla sintassi o alla
ortografia o alla grammatica (le forme), come sostieni tu.

Conclude: "Se l'obiettivo principale dell'educazione linguistica fosse
l'uso decontestualizzato dei linguaggi, allora l'approccio
grammaticale sarebbe una risposta adeguata." Quello che vorresti tu.
Se... ma non è cosi.


per ora non c'e'. quando mi porterai questi criteri, cambiero' idea.
Fino ad allora , sarò azzardato, ma ho ragione io.


E' risaputo, come si sa che tirare il sale dietro le spalle porta
bene. L'Esempio è competamente sbagliato.
Infatti i paragoni si devono fare a parità di condizioni. Ora sia
Bulgari che Italiani hanno le mani le braccia, mentre questi non
vivono al polo nord. Per cui non è affatto vero che la capacità
descrittiva della neve degli inuit sia _maggiore_ dell'italiano o di
altre lingue.

Di piu: la cosa non ha alcun senso. "Maggiore" o "minore" capacità
descrittiva non signfica niente, perche questa rimane
incommensurabile in quanto dipende solamente dal contesto, al gruppo,
e dalla sua efficacia nella comunicazione dentro quel gruppo.
Una descrizione della neve fatta da un inuit a un italiano, non
sarebbe migliore, sarebbe inutile, incomprensibile, intraducibile.

"Se un leone potesse parlare noi non lo capiremmo" L.Wittgenstein

fuzzy
Reply With Quote
  #24  
Old 05-28-2008, 12:16 PM
fuzzy
Guest
 
Posts: n/a
Default A.A.A. lezioni di italiano cercasi...

> On 28 Mag, 07:22, ErbVogli...@libero.it (ErbaVoglio) wrote:
"..ti ricordo che non esiste qualcosa come l'"impoverimento del
pernsiero"

mai detto questo.

sull'impoverimento ho detto che "non esiste nessun criterio per
stabilirlo che non sia soggettivo."

Come vedi anche chi conosce bene la sintassi e l'ortografia, come te,
non è esente da interpretazioni stramapalate di quello che legge.

fuzzy


Reply With Quote
  #25  
Old 05-28-2008, 12:58 PM
ErbaVoglio
Guest
 
Posts: n/a
Default A.A.A. lezioni di italiano cercasi...



Non sta
avvenendo nessun impoverimento della qualità di pensiero perche non
esiste nessun criterio per stabilirlo che non sia soggettivo.

Ammetto, l'interpretazione esatta _non_ è "non esiste l'impoverimento del
pensiero" bensì "non sta avvendendo nessun impoverimento del pensiero poichè
io non posso coglierlo se non soggettivamente"; quindi tu sostieni che
qualcosa come la qualità del pensiero in effetti esista (l'impovermento
penso possiamo vederlo come attinente alla qualità, no?) però che non sia
possibile coglierne i mutamenti. Ho capito bene?


Oh, certamente! Anche perchè la mia conoscenza della ortografia (quella è
abbastanza facile, è sufficente un dizionario accanto al pc) e della
sintassi è ben lontana da quello che io considero "buona"; ma è ancora nulla
rispetto alla mia capacità di quotare correttamente

--------------------------------
Inviato via [Only registered users see links. ]
Reply With Quote
  #26  
Old 05-28-2008, 02:46 PM
Lois
Guest
 
Posts: n/a
Default A.A.A. lezioni di italiano cercasi...

qraz ha scritto:


Perfettamente d'accordo.
Reply With Quote
  #27  
Old 05-28-2008, 02:51 PM
Lois
Guest
 
Posts: n/a
Default A.A.A. lezioni di italiano cercasi...

fuzzy ha scritto:


Io direi invece che è estremamente corretta. Esistono delle regole
grammaticali, usiamole.
Quanto al tuo discorso sulla fonetica (perchè per fonazione si intende
l'articolazione del linguaggio e delle parole, e quella cui tu invece
fai riferimento è la fonetica, che è invece quella parte della
linguistica che studia non solo la produzione, ma anche la percezione
dei suoni) direi che fa acqua da tutte le parti: ti ricordo che la
lettera "k" non è compresa nell'alfabeto latino nè in quello italiano.


E tu ripassa grammatica e sintassi. Italiane, non straniere.
Lois

Reply With Quote
  #28  
Old 05-28-2008, 03:00 PM
Lois
Guest
 
Posts: n/a
Default A.A.A. lezioni di italiano cercasi...

fuzzy ha scritto:


Il senso non cambierà, ma tu sarai ritenuto un ignorante.
Se la cosa non ti infastidisce...a me farebbe girare assai gli zebedei.


Ripeto: la grammatica si fonda su regole, che vanno rispettate.
Altrimenti ognuno di noi parlerebbe a modo suo e non ci capiremmo più.


Io invece sono d'accordissimo con ErbaVoglio.
Gli inglesi con un solo sostantivo indicano il più delle volte un
sostantivo, un verbo e tutta la sua coniugazione, senza distinzione fra
indicativo e congiuntivo. Per me questa è una povertà lessicale. Bada
bene, lessicale, non mi riferisco a capacità di pensiero.


I tedeschi hanno una grammatica complessa, che si rifa' (o quanto meno
ha punti in comune, non sono per nulla certa della sua derivazione) alla
lingua latina. Non ho mai visto un ragazzino tedesco confondere soggetto
e complemento, mentre i ragazzini italiani non sanno distinguere un nome
comune di cosa da un nome proprio di persona.
Non saranno più intelligenti di noi, ma almeno conoscono bene le regole
grammaticali e, quasi sicuramente, si esprimono meglio di noi.
Reply With Quote
  #29  
Old 05-28-2008, 05:17 PM
qraz
Guest
 
Posts: n/a
Default A.A.A. lezioni di italiano cercasi...

> On May 27, 4:03Â*pm, qraz <[Only registered users see links. ]> wrote:


Ora che fai, l'aiuto benzinaio alla IP?
Reply With Quote
  #30  
Old 05-28-2008, 07:25 PM
fuzzy
Guest
 
Posts: n/a
Default A.A.A. lezioni di italiano cercasi...

On 28 Mag, 16:51, Lois <[Only registered users see links. ]> wrote:


E quindi? Io la uso, qual è il problema? Semmai l'alfabeto italiano e
latino sono obsoleti.

Cylir e Metodji hanno invantato l'alfabeto cirillico. I Russi e i
Bulgari se lo sono personalizzato con lettere proprie, quindi penso
che noi possiamo tranquillamente adottare una lettera (già ampiamente
usata).


Le regole cambiano, i giovani usano scrivere "ke". Fattene una
ragione, perche non puoi farci niente.

fuzzy
Reply With Quote
Reply

Tags
aaa , biologo , cercasi , lavoro


Thread Tools
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Trackbacks are On
Pingbacks are On
Refbacks are On

Forum Jump

Similar Threads
Thread Thread Starter Forum Replies Last Post
LAUREA IN CHIMICA E LAVORO...INCERTEZZE ! vchemia Forum Chimica 28 11-18-2010 03:41 PM
A.A.A. reagenti cercasi pluto Forum Chimica 17 04-17-2007 08:45 PM
professione biologo elkjaer Forum Biologia 103 01-18-2007 03:21 PM
lavoro da biologo mfcr@tiscali.it Forum Biologia 10 10-24-2006 03:23 PM
borsista cercasi Busto Brewers Forum Chimica 0 10-17-2006 09:52 AM


All times are GMT. The time now is 06:43 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright 2005 - 2012 Molecular Station | All Rights Reserved
Page generated in 0.18655 seconds with 16 queries