Go Back   Science Forums Biology Forum Molecular Biology Forum Physics Chemistry Forum > Regional Molecular Biology Discussion > Forum Biologia
Register Search Today's Posts Mark Forums Read

Forum Biologia Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


Epilessia dai Vaccini

Epilessia dai Vaccini - Forum Biologia

Epilessia dai Vaccini - Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


Reply
 
LinkBack Thread Tools Display Modes
  #1  
Old 04-05-2007, 07:56 PM
G. Paolo
Guest
 
Posts: n/a
Default Epilessia dai Vaccini





Che cos'è l'epilessia ?

L'epilessia è una sindrome caratterizzata da frequenti crisi convulsive o da
altre frequenti manifestazioni critiche motorie, sensitive, psichiche,
neurovegetative, che hanno come carattere distintivo (comune a tutte le
forme) l'accessualità, ovvero il presentarsi improvvisamente, e la tendenza
a ripetersi.
In poche parole l'epilessia ha origine da varie concause (NdR: ma
specialmente dalle disbiosi - alterazione della flora autoctona intestinale
e da carenza di sali minerali - magnesio - e vitamine ed enzimi, cioe' da
malnutrizione); essa produce una grave anomalia nel nostro sistema nervoso,
causata (cosi ci dicono i medici allopati, ma non e' solo cosi.) da
un'alterazione dell'attività elettrica cerebrale, detta "ipereccitabilità".

(Commento NdR: Ipomagnesemia da malassorbimento:
L'ipomagnesemia primitiva dell'intestino associata ad ipocalcemia secondaria
(HSH) o tetania ipomagnesiemica è caratterizzata da livelli sierici di Mg2+
molto bassi e dalla escrezione renale normale di Mg2+, associata ad
ipocalcemia. Si tratta di un disturbo grave che, se non viene trattato nel
modo adatto, cioe' con la medicina natutrale - vedi Protocollo della
salute - è letale.
Si ritiene che la causa di questo disturbo consista in un difetto
nell'assorbimento intestinale di Mg2+, abbinato a dei batteri autoctoni
mutati in patogeni - molto probabilmente il Clostridium tetanis !
La malattia esordisce generalmente nel neonato (di pochi mesi) e i pazienti
presentano irrequietezza, tremore, tetania ed evidenti crisi epilettiche
(Pronicka et al., 1991; Challa et al., 1995; Abdulrazzaq et al., 1989).
Walder et al. (1997) hanno identificato una regione di concatenazione sul
cromosoma 9q in famiglie Beduine consanguinee, affette da HSH.
Inoltre, in un paziente, hanno identificato una traslocazione t(X;9q) e
hanno quindi identificato il locus per l'ipomagnesemia associata ad
ipocalcemia secondaria, HOMG, su 9q12-q22.2.
Cio' accade specie nei soggetti vaccinati e quindi in situazione di
malassorbimento per il pH digestivo alterato dai vaccini).

L'accesso epilettico è un particolare modo di reagire del corpo (parti di
esso= sistema nervoso enterico = cervello di sotto) ad uno stimolo, e
ciascuno di noi ha una propria "soglia convulsiva" che può essere
occasionalmente superata, avendo in tal modo una crisi convulsiva.
Perché vi sia epilessia occorre infatti l'accertamento
clinico-elettroencefalografico (EEG, accertamento in grado di rilevare
anomalie dell'attività elettrica cerebrale), l'epilessia è di fatto una
malattia dei mitocondri + intestino + cervello enterico ed i vaccini ne sono
una causa.
Esistono due tipi di epilessia.
1° - epilessie primarie o idiopatiche che hanno la tendenza a provocare le
crisi si dice che siano costituzionali; questi pazienti non presentano
alcuna lesione cerebrale e sono dal punto di vista neurologico del tutto
normali, a parte questa singolare caratteristica.
2° - epilessie secondarie o sintomatiche, che comprendono la maggioranza dei
pazienti e si sviluppano in seguito a lesioni cerebrali.
Si va da disturbi dell'ossigenazione cerebrale al momento della nascita
(evento abbastanza frequente - altre volte in seguito alle vaccinazioni di
rutine), a malformazioni della corteccia cerebrale fino a tutte le patologie
acquisite del cervello, come infezioni da vaccino, traumi, tumori, disturbi
circolatori.
Ogni evento morboso che lede la corteccia cerebrale può infatti dare
origine, nel corso degli anni, a un focolaio responsabile dell'epilessia.
Questi pazienti presentano talora altri segni neurologici quali disturbi
motori, ritardi di sviluppo, deficit attentivi. In un buon numero di casi
non si riesce a trovare la causa, e l'epilessia viene definita
criptogenetica.

Nelle forme abituali non porta nessuna menomazione nell'ambito della vita
quotidiana e del successo professionale.

Quale frequenza ha l'epilessia ?

Colpisce fra lo 0.6 e l'1% della popolazione. Si stima che in Italia 500.000
persone siano affette da questa malattia.



Come si manifestano le crisi ?

Esse si rivelano con un breve ed improvviso disturbo delle funzioni nervose.
Hanno in genere durata breve (meno di un minuto) e si possono manifestare
con sintomi diversi da caso a caso, a seconda della funzione dei neuroni
cerebrali coinvolti.
Le crisi possono essere rare, ma nella maggior parte dei casi si ripetono
frequentemente, anche molte volte nella giornata. Fra una crisi e l'altra
non è presente solitamente alcun disturbo.

La manifestazione più importante è la sospensione improvvisa della coscienza
con caduta a terra e comparsa di movimenti di tipo convulsivo (tremori e
scosse muscolari). In altri casi la perdita di coscienza si accompagna ad
azioni compiute in modo automatico (masticare, inghiottire, parlare, toccare
o spostare gli oggetti), oppure a un blocco motorio. A volte la coscienza è
conservata e il malato può avvertire sensazioni particolari quali lampi di
luce, rumori, formicolii ad una parte del corpo, gusti o odori strani,
improvvise sensazioni di angoscia o euforia, la sensazione di essere in
sogno, immagini di ricordi del passato, ecc.

Tratto e sintetizzato da: [Only registered users see links. ]


BIBLIOGRAFIA
Convulsioni ed epilessia dai VACCINI
Hirtz DG, Nelson KB, Ellenberg J H, "Epilessia a seguito di vaccinazioni
infantili", Pediatr 1983 Jan; 102(1):14-18

Cherry JD, Holtzman AE, Shields WD, Buch D, Nielsen, "Vaccinazione da
pertosse e caratteristiche dei primi attacchi epilettici in neonati e
bambini,"J Pediatr, giugno 1993; 122(6): 900-903

Coplan J, "Attacchi epilettici a seguito di vaccinazioni," J Pediatr, sett.
1983;103(3):496

Barkin RM, Jabhour JT, Samuelson J S, "Vaccinazioni, epilessia e conseguenti
valutazioni," JAMA, luglio 1987; 258(2): 201

Griffin MR, "Rischio di attacchi epilettici a seguito di vaccino morbillo-
parotite- rosolia", Pediatrics, nov. 1991; 88(5): 881-885

Griffin MR, "Rischio di epilessia ed encefalopatia a seguito di vaccinazione
con il vaccino difteria- tetano- pertosse", JAMA, marzo 1990; 263(12):
1641-1645

Cizewska S, Sluzewski W, "Vaccinazioni e attività epilettica seguita con
EEG", Neurol Neurochir Pol., sett.- dic. 1981, 15 (5-6): 553-557

Huttenlocher PR, Hapke RJ, "Valutazione di epilessia intrattabile
nell'infanzia", Ann Neurol, nov. 1990; 28(5):699-705

Blumberg DA, "Gravi reazioni associate al vaccino difteria.- tetano-
pertosse: dettagliato studio di bambini con epilessia, episodi ipotonici
iporesponsivi, elevati febbri e pianto continuo", Pediatrics, giugno 1993;
91(6): 1158-1165

Baraff LJ, "Neonati e bambini con convulsioni ed episodi
ipotonici-iporesponsive a seguito di vaccinazione anti-difterica- tetano-
pertosse", Pediatrics, giugno 1988; 81(6):789-794

Jacobson V, "Relazione della vaccinazione anti-pertosse sulla comparsa
dell'epilessia, convulsioni febbrili ed infezioni del sistema nervoso
centrale: uno studio epidemiologico", Tokai J Exp Clin Med 1988;13 Suppl:
137-142

Ballerini, Ricci B, "Complicazioni neurologiche delle vaccinazioni, con
particolare riferimento alle sindromi epilettiche", Riv Neurol,
luglio-agosto 1973, 43:254-258

Wolf SM, Forsythe A, "Epilessia e ritardo mentale a seguito di attacchi
febbrili nell'infanzia," Acta Paediatr Scand, marzo 1989; 78(2):291-295

"Epilessia a seguito di vaccinazioni infantili", J. of Pediatrics, Vol 102,
n.1




G. Paolo Vanoli (I2VGP) - Consulente in Scienza della Nutrizione e Medicine
biologico Naturali
[Only registered users see links. ]


Reply With Quote
  #2  
Old 04-05-2007, 09:42 PM
Gabriele
Guest
 
Posts: n/a
Default Epilessia dai Vaccini

>

l'epilessia nasce 400 anni prima dei vaccini , testa di cazzo !


Reply With Quote
  #3  
Old 04-06-2007, 06:47 AM
Beldin
Guest
 
Posts: n/a
Default Epilessia dai Vaccini

Gabriele ha scritto:




Solo 400? ne soffriva il faraone Amenofis IV e, sembra, anche Giulio
Cesare. Ma sono personaggi di cui il Vanoli non ha mai sentito parlare...


--


questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
[Only registered users see links. ] segnala gli abusi ad [Only registered users see links. ]


Reply With Quote
  #4  
Old 04-06-2007, 10:00 AM
Michele
Guest
 
Posts: n/a
Default Epilessia dai Vaccini


"G. Paolo" <[Only registered users see links. ]> ha scritto nel messaggio
news:GBnRh.40$[Only registered users see links. ].net...
parlare...
Vaccini
i
casi
mettono
B,
un
"mancanza
Mai

Te sei demente, ti contestano il fatto che l'epilessia esisteva anche
400-500 anni fà e rispondi parlando di meningite da vaccini anziche
dell'argomento di partenza?
Della serie: quadri...picche.

Saluti


Reply With Quote
  #5  
Old 04-06-2007, 10:28 AM
G. Paolo
Guest
 
Posts: n/a
Default Epilessia dai Vaccini


"Gabriele" <[Only registered users see links. ]> ha scritto nel messaggio
news:46156d2f$0$36448$[Only registered users see links. ].tin.it ...

Evidentemente di teste di ca@@o te ne intendi molto bene :

Caro Buffone ignorante, rispondi sull'argomento..... ma non ne sei capace !


NON solo epilessia dopo i vaccini ma anche e non solo:

DANNI del VACCINO per la MENINGITE dopo campagne vaccinali OMS !
(nel 2006 - 1.700 morti di Meningite nel Burkina Faso - Africa)
AUMENTO della Meningite anche fra i militari, dopo vaccinazioni
MENINGITE : 15.000 morti in Nigeria dopo campagne vaccinali dell'OMS
Meningite in aumento anche in Italia + Anche in Svizzera +
Meningite 1
Morta per meningite + Dati ISTAT + Vaccini sicuri ? NO !
Negli USA dal 1988 le vaccinazioni si sono triplicate ed i casi di
Autismo sono aumentati del 270 % !!
Falsita' della medicina ufficiale + 1000 studi sui Danni dei Vaccini
+ Malassorbimento
la Teoria dei Germi di Pasteur e' Falsa
Come distruggere in maniera scientifica il sistema immunitario, con i
Vaccini
È possibile che la pandemia di AIDS sia stata causata da vaccini
antipolio accidentalmente contaminati con un virus delle scimmie e
utilizzati in Africa alla fine degli anni '50 ?
Ebbene purtroppo SI !!
Visionare il documento video su:
[Only registered users see links. ]
L'Aids e' stato INVENTATO con il VACCINO ORALE per la Polio in Africa:
[Only registered users see links. ]


Negli ultimi anni il Brukina Faso ed altri stati del centro africa,
sono stati al centro di imponenti campagne di vaccinazioni, sostenute dall'OMS,
sui bambini al di sotto dei 12 anni.
Mar. 2000 - Da qualche mese vi e' una "epidemia" di meningite; oltre
8.000 casi sono stati denunciati, di cui il 95 % sono bambini al disotto dei
12 anni; le cifre sono solo riferite ai centri piu' importanti, dato che
sono ancora pochissimi i dati sulle morti che sono per ora pervenuti dalle
zone rurali.
Purtroppo la maggior parte dei 1.700 morti di meningite sono bambini,
chissa' perche' ???
La "colpa", hanno affermato anche le "autorita' mediche
internazionali", e' dei mussulmani che hanno importato dalla Mecca (Arabia
Saudita) la meningite....(quando non si vuole dire la verita' occorre
inventare capri espiatori.), i musulmani non centrano per nulla, poveretti,
mentre la Verita' e' che: sono i Vaccini che ammalano ed uccidono, i bambini
in questo caso....infatti i vecchi non muoiono di meningite....

Gen. 2007 - La Meningite si diffonde sempre piu' in Africa - ed i
morti continuano ad aumentare in quei paesi..
Sono in aumento le segnalazioni di infezioni. Sono ormai più di 1.600
i morti di meningite in quattro Paesi africani, su quasi 15.600 casi di
infezione. Il tutto nel corso di due mesi, durante la stagione secca, in cui
la malattia è maggiormente presente.

L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha riportato i dati
relativi ai quattro Paesi ove l'infezione è più diffusa. Il primo fra tutti
è il Burkina Faso, che conta 7.333 casi sospetti e 583 morti, seguito dal
Sudan, in particolare le zone a sud, con quasi 7 mila casi e 430 morti in 9
su dieci stati. Più a distanza l'Uganda (circa 3 mila casi, oltre 100 i
morti) e la Repubblica Democratica del Congo (730 casi, 84 morti).
Questi sono i paesi maggiormente colpiti dalle campagne di
vaccinazioni dell'OMS..

Commento NdR: NON si parla delle condizioni igieniche e di
alimentazione NON adatta alla salute = malnutrizione cellulare e dei
TERRIBILI danni delle campagne vaccinali precedenti promosse dall'OMS..al
servizio delle multinazionali dei vaccini..


Ecco come si propagano le malattie anche nel continente nero...

Un missionario italiano che lavora negli ospedali del Burkina Faso ha
commentato: "speriamo nella stagione delle piogge, perche' l'umidita' blocca
la malattia"...
Ma il ministro della sanita' dello stato, Alain Yoda, ha ottenuto un
nuovo intervento dell'OMS per iniziare una ulteriore campagna di
vaccinazione straordinaria: inoculare altre 2.000.000 di dosi di vaccino
della meningite...a dei poveri bambini..gia' malnutriti...
Quale sara' la prossima epidemia ?

Il futuro ci fornira' risposte come queste: nuove malattie inventate e
diffuse con i vaccini.ed il mercato dei malati continua...

Altri casi di sindrome di Guillain-Barre dopo vaccinazione
antimeningococcica
Nell'ottobre del 2005 è stata segnalata una possibile associazione tra
sindrome di Guillain-Barre e soggetti che hanno ricevuto il vaccino
meningococcico coniugato Menactra.
La sindrome di Guillani-Barre è un grave disturbo neurologico
caratterizzato da demielinizzazione infiammatoria dei nervi periferici.
Al momento del primo report, 5 casi confermati di sindrome di
Guillain-Barre sono stati riportati nel Vaccine Adverse Events Reporting
System ( VAERS ).
Durante i mesi successivi sono stati segnalati 3 casi confermati di
sindrome di Guillain-Barre. ( Xagena_2006 )
Fonte: Centers for Disease Control and Prevention ( CDC ), 2006


Vaccino per la meningite: promozione bocciata
L'Agenzia italiana del farmaco ha chiesto la sospensione della
campagna che promuoveva la vaccinazione antipneumococco.
L'Agenzia italiana del farmaco ha chiesto la sospensione della
campagna pubblicitaria televisiva e radiofonica che promuoveva la
vaccinazione antipneumococco (testimonial prevista Rosanna Lambertucci,
patrocinata da uno dei maggiori sindacati di pediatri, la Federazione
Italiana Medici Pediatri, Fimp). Una decisione, quella dell'Aifa, che
sosteniamo pienamente.

La campagna era stata presentata alla stampa a Milano il 21 settembre
scorso: e ne avevamo colto immediatamente la sostanziale scorrettezza.
Ecco il messaggio di fondo: tutti i genitori dovrebbero proteggere i
propri figli dalla meningite.
La soluzione proposta: far vaccinare tutti i bambini sotto i due anni
con il vaccino per la meningite.
Un particolare da non trascurare: nei messaggi pubblicitari, molto
scorrettamente, non era indicato che lo sponsor della campagna era
un'azienda farmaceutica, la Wyeth, che, guarda caso, produce proprio un
vaccino contro lo pneumococco (Prevenar).

La campagna conteneva una serie di informazioni scorrette o taciute:
- in primo luogo, i ceppi di pneumococco contenuti nel vaccino sono
responsabili soltanto di una forma di meningite; esistono molte altre forme
di meningite, provocate da diversi batteri o virus, contro i quali il
Prevenar non può dare alcuna protezione;
- attualmente non sono disponibili dati certi sull'incidenza della
meningite da pneumococco tra i bambini in Italia, è quindi in pratica
impossibile valutare il rischio di contrarre questa malattia (dato
importante per stabilire se fare o meno un vaccino);
- in secondo luogo, la copertura data dal vaccino non è totale e
neanche sufficientemente nota; dalla documentazione presentata dall'azienda
per la registrazione del farmaco, si sa che tra il 65 e il 79% dei bambini
vacinati sviluppa anticorpi contro la pneumococco; non si sa però quanto il
vaccino serva a eliminare tutte le infezioni da pneumococco; il bambino
potrebbe contrarre un'infezione dovuta a uno pneumococco di ceppo diverso da
quello contenuto nel vaccino;
- come qualsiasi farmaco, il vaccino non è privo di effetti
indesiderati, anche gravi;
- infine, il vaccino è insolitamente costoso: costa ben 91.85 euro a
dose, e devono esserne somministrate da due a tre dosi, a seconda dell'età
in cui si comincia la somministrazione.
Fonte: Altroconsumo.it


VACCINI per la MENINGITE: i dati che non compaiono sui media

Si assiste in questi ultimi tempi ad una fortissima pressione
massmediatica sulle meningiti e di conseguenza sui vaccini antipneumococco e
antimenginococco di tipo C immessi di recente in commercio, oltre che sul
vaccino antihaemophilus b che si usa già massicciamente da qualche anno e
che è contenuto nei vaccini esavalenti.

Escono da più parti dati allarmanti, i mass media incutono timori e
due disegni di legge sono stati presentati alla Camera e al Senato per
introdurre le vaccinazioni contro pneumococco e meninginococco C
gratuitamente e in massa sui bambini. Ci sono però molti dati interessanti
che vengono taciuti, riflessioni che non vengono fatte, notizie incomplete o
non corrette. Ecco dunque qualche strumento in più per pensare e giudicare
con senso critico e consapevolezza.
Occorre innanzi tutto chiarire i seguenti punti:
a) quali e quante sono le meningiti e per quali esiste vaccino;
b) i vaccini esistenti consentono di difendersi solo da alcune delle
meningiti esistenti;
c) efficacia a lungo termine: non ci sono ancora studi;
d) la vaccinazione di massa provoca un mutamento dei sierotipi di
meningite nella popolazione infantile, favorendo la proliferazione e la
maggiore aggressività di sierotipi non coperti dai vaccini esistenti;
e) mortalità per meningiti batteriche: i dati dell'ISS forniscono
stime assai più basse dì quelle fatte circolare sui media;
0 i dati del Vaers (sistema di Vaccino Vigilanza Americano) offrono un
quadro preoccupante dei possibili eventi avversi di questi vaccini.

Innanzi tutto occorre spiegare che esistono diversi tipi di meningite.
Ci sono quelle batteriche contro le quali esistono tre vaccini:
antihaemophilus di tipo B, antipneumococco e antimenginococco di tipo C.
Questi tre vaccini non forniscono protezione contro tutte le meningiti
batteriche esistenti, ma solo per alcuni sierotipi. Un esempio per tutti; il
meningococco di tipo B, contro il quale la vaccinazione non protegge essendo
stata studiata solo per il tipo C, rappresenta nel nostro Paese circa il
50-60% delle meningiti di questo genere.

Quindi, cosa occorre dire ai genitori che sono stati indotti a
ritenere la vaccinazione come protezione assoluta. Esistono poi numerosi
tipi di pneumococco, sono 23 i più comuni, come riporta l'Istituto Superiore
di Sanità (1). 11 nuovo vaccino, molto pubblicizzato attualmente, che viene
somministrato ai bambini sotto i due anni dì età induce protezione contro 7
sierotipi.

Passiamo alla meningite da haemophilus influenzae: nel 2004 su 34 casi
totali di infezione da haemophilus, solo 8 casi erano dovuti al tipo per il
quale esiste il vaccino.

Esistono poi le meningiti virali, contro le quali non esistono
vaccini. Quindi, anziché generalizzare e indurre i cittadini a credere di
possedere armi per combattere tutte le meningiti, occorre puntualizzare che
le "armi" esìstenti consentono di procurare anticorpi solo contro una
piccola parte di queste infezioni. Ma quanto dura la protezione fornita
dalla vaccinazione esistente ? Al momento non si sa con precisione. Da una
ricerca condotta sulle banche dati mediche, non risultano essere ancora
stati prodotti studi sull'efficacia a lungo termine per questi vaccini; si
sa solo che dopo 4 anni si riscontrano ancora anticorpi contro il
meningococco C.

E dopo ? Al momento non è dato sapere se dopo 5, 6 o 10 anni i bambini
saranno ancora protetti contro le infezioni batteriche per le quali hanno
ricevuto il vaccino.

Veniamo ai dati forniti dall'Istituto Superiore di Sanità in merito al
numero dei casi di infezione invasiva (meningite o sepsi) nella popolazione
infantile. Numero dei casi significa il numero di coloro che hanno contratto
l'infezione invasiva, tenendo conto di tutti, sia di quelli che sono guariti
sia di quelli che hanno riportato conseguenze permanenti.

Secondo l'Iss (2), ì casi di infezione nel 2004 in Italia da
pneumococco nella fascia di età 0-10 anni sono 29 (dati elaborati e resi
disponibili al gennaio 2005), mentre quelli per meningococco di tipo C nel
2004 sempre da 0 a 10 anni sono 42. Sempre secondo l'ISS, la mortalità della
meningite da pneumococco si aggira intorno al 10,5%, mentre quella da
meningococco di tipo C (nel 2004) intorno al 20%: quindi i morti all'anno
non sono 40 (come è stato affermato in sede di illustrazione del disegno dì
legge presentato alla Camera [3]), bensì circa 11 (3 per lo pneumococco e
8,4 per il meningococco C).

Sarebbe anche interessante sapere se nei rari casi in cui l'infezione
è letale si riscontrano circostanze e condizioni simili tra i bambini
colpiti. E ora veniamo ai dati del Vaers, Vaccine Adverse Event Reporting
System, il sistema di vaccino vigilanza americano. Secondo uno studio
pubblicato sulla prestigiosa rivista medica JAMA (4), le reazioni avverse
riportate durante i primi due anni (2000-2002) di utilizzo di massa del
vaccino antipneumococcico pentavalente (quello in uso anche in Italia) sono
state 4.154 tra bambini e adolescenti al di soito dei 18 anni, con
un'incidenza di 13,2 segnalazioni ogni centomila dosi distribuite.

Nel 74,3% delle segnalazioni erano stati somministrati insieme altri
vaccini, Si legge nel sunto reso disponibile da JAMA: "Ci sono state 117
morti e 34 casi di infezione invasiva da pneumococco che con alta
probabilità significano l'inefficacia della vaccinazione (per quei soggetti,
nda).

Eventi immuno-mediati sono capitati nel 31,3% delle segnalazioni. I 14
pazienti con anafilassi e reazione anafilattoide sono sopravvissuti. 14
pazienti hanno sviluppato trombocitopenia e altri 6 malattia da siero.

Nel 38% delle segnalazioni ci furono sintomi neurologici. Convulsioni
sono state descritte in 393 segnalazioni, incluso 94 casi di convulsioni
febbrili. (...) Malgrado ci siano grandi limiti nei dati dovuti a
sorveglianza passiva e sia necessaria cautela nella loro interpretazione, i
sintomi presentati da pochi bambini più di una volta dopo successive dosi di
antipneumococcico pentavalente, incluso reazioni allergiche, pianto anormale
e prolungato, agitazione, dispnea e dolori intestinali, richiedono continua
sorveglianza, così come le rare segnalazioni di eventi potenzialmente gravi
come le convulsioni, reazioni anafilattiche o anafilattoidi, ecc".

Esistono poi segnalazioni riportate sul Bollettino Australiano degli
Eventi Avversi ai farmaci (5), secondo cui due bambini vaccinati hanno
contratto e manifestato comunque un'infezione invasiva dovuta ad un
sierotipo di pneumococco contro il quale il vaccino in teoria ricevuto
avrebbe dovuto proteggerli. E' poi stato rilevato un altro grosso problema:
la vaccinazione di massa dei bambini con vaccino antipneumococcico sta
provocando una trasformazione dei ceppi batterici che causano la malattia,
che diventano resistenti agli antibiotici, soprattutto la penicillina, con
inevitabili conseguenze negative sulla possibilità e l'efficacia di cura e
terapia. Ad affermarlo sono i ricercatori della facoltà dì medicina
dell'università israeliana Soroka (6), che, nel sud di Israele, hanno
documentato la presenza di ceppi di pneumococco resistenti alla
somministrazione di penicillina, cioè per i quali la terapia con
l'antibiotico non ha efficacia.

Il dr. Nurith Porat, che ha coordinato lo studio, ha spiegato anche
all'agenzia di stampa inglese Reuters (7) che dopo l'introduzione
generalizzata nel 2000 della vaccinazione di massa dei bambini con vaccino
coniugato antipneumococcico si è registrato uno spostamento verso i ceppi
batterici non contenuti nel vaccino stesso, che si sono moltiplicati
prendendo il sopravvento e acquisendo una forte resistenza agli antibiotici.

Gli autori nel loro studio concludono che "i sierotipi di pneumococco
resistenti agli antibiotici derivano dalla trasformazione capsulare dei
sierotipi contenuti nel vaccino", Lo studio israeliano, in realtà, non fa
altro che confermare una ipotesi già annunciata nel 2000 dal National
Vaccine Information Center americano (Nvic), l'agenzia di informazione
critica sui vaccini che conta negli Usa, tra le proprie fila, validissimi
medici ed esperti. Barbara Leo Fisher, presidente del Nvic - [Only registered users see links. ] -
ha infatti ricordato per l'occasione che quattro anni fa alla seconda
conferenza pubblica internazionale sulle vaccinazione la dottoressa Erdem
Cantekin aveva già predetto quanto poi è stato dimostrato e cioè che
"l'utilizzo massiccio del nuovo vaccino coniugato, contenente 7 ceppi
pneumococcici resistenti agli antibiotici, avrebbe premuto sugli altri più
di 80 ceppi per diventare dominante".

Quindi molti microrganismi si adattano a sopravvivere quando una
vaccinazione di massa tenta di eliminarli.

La letteratura scientifica documenta anche segnalazioni di casi
specifici di patologie insorte in soggetti che hanno ricevuto il vaccino
antipneumococcico, sia per quanto riguarda il prodotto da somministrare
sotto i 2 anni sia riguardo il vaccino da somministrare dai 2 anni in su
fino all'età adulta.

Nel 2002 una donna di 67 anni fu ricoverata in ospedale con una
eruzione e una linfoadenopatia cervicale insorta una settimana dopo il
vaccino (8). Quattro mesi dopo, la donna manifestò edema in viso e sulle
gambe e disturbi visivi; successivi esami mostrarono un ingrossamento di
fegato e milza, linfoadenopatia para-aortica e uveite.

E' stata anche segnalala vasculite leucocitoclastica dopo il vaccino
(9).

Puntiamo ora l'attenzione su quanto accaduto in altri Paesi europei
dopo l'introduzione di massa del vaccino antimenginococco di tipo C. In
Scozia, dal rapporto fornito da Eurosurveillance (10), dopo l'introduzione
estesa del vaccino contro il tipo C sì è registrato un aumento di morti
causati dal meningococco di tipo B.

Da situazioni come questa è stato ipotizzato che introdurre
massicciamente un vaccino contro un sierotipo, possa indurre la
proliferazione e la maggiore aggressività di altri sierotipi contro i quali
non c'è vaccino.

Si tratta del principio, secondo cui i batteri e i virus, se attaccati
massicciamente su un fronte, tendono a mutare rapidamente per poter
sopravvivere. Un'evoluzione inattesa della vaccinazione di massa contro il
meningococco di tipo C si è avuta anche in Spagna, dove, dopo estesa
campagna vaccinale, è stata riscontrata la presenza di un tipo B molto
virulento che i ricercatori ipotizzano possa essere derivato da una
mutazione genetica del tipo C 'vaccinabile' (11). Nello studio i ricercatori
riportano anche come la vaccinazione sia iniziata nel 2000 e dal 2001 al
2003 siano stati registrati 111 casi dì infezione da meningococco di tipo C
tra i vaccinati.

Per quanto riguarda i cosiddetti "case reports', cioè i casi specifici
di eventi avversi riscontrati dopo vaccinazione, si può citare una
encefalomielite acuta disseminata post-vaccinale segnalata nel 1997 in una
25enne dopo vaccino bivalente anti meninginococco A e C (12), per la quale i
medici hanno ipotizzato anche il meccanismo causa-effetto.

Una segnalazione più recente riguarda, nel 2001, una 17cnne che dopo
vaccino antimeninginococco C ha manifestato una porpora di Henoc-Schonlein:
vasculite con eruzione cutanea su quasi tutto il corpo, febbre, dolori
addominali, tachicardia, dolori articolari e gonfiori (13).

Naturalmente, sulla base delle evidenze scientifiche, la cosa migliore
da fare risulta essere quella di riflettere e cercare di capire se la
vaccinazione "sempre e comunque" possa avere un senso oppure no.

1) [Only registered users see links. ]
2) [Only registered users see links. ]

3) (ANSA) - ROMA. 1 FEB -
Rendere la Vaccinazione anti-meningite obbligate e gratuita in tutta
Italia è l'obiettivo della proposta di legge presentata alla Camera dall'on.
Dorina Bianchi (gruppoMisto).
Analogamente al DDL presentalo in Senato, primi firmatari Luciano
Magnalbà (An) e Marina Magistrelli (Margherita), il DDL presentato alla
Camera prevede l'inserimento della vaccinazione ami-meningite nei livelli
essenziali di assistenza (LEA).
"In Italia esistono situazioni diverse da regione a regione per tutte
le vaccinazioni", ha rilevato Dorina Bianchi, ed a spingere verso un
provvedimento che renda la vaccinazione anti-meningite obbligatoria e
gratuita sono i dati più recenti relativi alla diffusione della malattia.
"Negli ultimi dieci mesi - ha aggiunto - sono morti 40 bambini, vale a dire
che ogni settimana in Italia un bambino muore di meningite". Senza contare,
ha aggiunto, gli alti costi dovuti alle conseguenze della malattia. Secondo
la parlamentare un provvedimento come questo potrebbe aprire la strada ad un
discorso più ampio sulle vaccinazioni in Italia. Sarebbe opportuno, ha
concluso, promuovere "campagne di sensibilizzazione dei genitori da parte
dei medici di famiglia e dei pediatri e sapere in ogni regione quanti
bambini accedono alle vaccinazioni".



AFRICA: Ecco cio' che succede dopo le campagne vaccinali dell'OMS e
cio' avviene ormai anche in Europa...:
prima fanno le campagne vaccinali per "produrre malattie" e poi
vogliono rivaccinare per "eliminare" le malattie che essi hanno prodotto....
Meningite, l'allarme parte dall'Africa - 26 Marzo 2007

Quello che accade nel Burkina Faso aiuta a capire la drammaticità
delle malattie infettive rare e sottovalutate.
Nel Distretto di Nanoro, 100 km da Ouagadougou, è scoppiata un'epidemia
di meningite che sta causando numerosi decessi soprattutto fra i bambini.
Marina Martinetto del Centro italiano aiuti all'infanzia, che vive nel
distretto, lancia l'allarme: «Abbiamo urgente bisogno di acquistare un
complemento di farmaci che permetta d'assicurare le cure ai malati evitando
il diffondersi della epidemia».
Dall'inizio del 2007 si sono avuti 20 decessi e 200 casi, con un
crescendo continuo.
La polvere dell'harmattan, il vento secco che spira da gennaio ad
aprile, porta i microbi, ed il clima secco fragilizza le mucose dei bambini
favorendo l'infezione. Nessuno è vaccinato, i vaccini sono cari ed i ceppi
di microbi che possono causare la meningite numerosi: lo Stato esita a
stoccare quantità importanti di vaccini che potrebbero non servire. Quando l'epidemia
scoppia è tardi per fare gli ordini: i vaccini sono ancora da produrre
perché le ditte non vogliono fare troppi stock rischiando di non venderli.
L'unica cosa da fare è curare i malati. Lo stato ha dichiarato che le
cure per la meningite sono gratuite (la maggior parte delle prestazioni
sanitarie sono a pagamento) e ha inviato ai distretti sanitari una quantità
di farmaci per terapie endovena limitata, che i distretti gestiscono con il
contagocce per i malati gravissimi. (r.f.)

Tratto da: La Repubblica.it



Commento NdR: Balle biologiche, i virus NON volano ! sono i vaccini
che gli hanno propinato nelle campagne vaccinali precedenti che li ammalano
!


Bibliografia:
4) "Postlicensure safety surveillance for 7-valent pneumococcal
conjugate vaccine". Jama, Vol. 292 No. 14, 13 ottobre 2004. Autori: Wise,
Iskander, Pratt, Campbell, Ball, Pless, Braun.
[Only registered users see links. ]

5) [Only registered users see links. ] Australian Adverse
Drug Reactions Bulletin Vol. 23. Number 5. October 2004
Segnalato su
[Only registered users see links. ] NEWS.com.au
Australia.

6) "Emergence of penicillin-nonsusceptible streptococcus
pneumoniae clones expressing serotypes not present in the
antipneumococcal conjugate vaccine". Autori: Porat, Arguedas, Spratt,
Trefler, Brilla, Loaiza. Godoy, Bilek, Dagan. Affiliazione: facoltà di
medicina Soroka University, unità di malattie infettive pediatriche.
Beer-Sheva, Israele. Pubblicato il 15 dicembre 2004 su Journal of Infectious
Diseases, 190(12):2154-61.

7) Agenzia di stampa Reuters Health, da New York, 8 dicembre 2004

8) "Minimal change nephrotic syndrome, lymphadenopathy and
hyperimmunoglobulinemia after immunization with a pneumococcal
vaccine". Clin. Nephrol , luglio 2002; 58(1);68-72. Dipartimento di medicina
interna, National Defense Medical College, Tokorozawa, Saitama, Giappone.

9) Am J Infect Control. 1998 Jun;26(3):365-6.
'Leukocytoclastic vasculitis after pneumococcal vaccination." Autori:
Fox BC, Peterson A

10) [Only registered users see links. ] rapporto del
26 Ottobre 2004. Autori1 McMenamin e Mooney, Health Protection Scotland,
Giasgow

11) "Impact of the meningococcal C conjugate vaccine in Spain; an
epidemiological and microbiological
decision". Autori; Cano, Larrauri, Mateo, Alcalà. Salcedo, Vazquez
Eurosurveillance, Vol. 9, luglio-agosto 2004.
[Only registered users see links. ]

12) "Acute disseminated encephalomyelitis and meningococcal A and C
vaccine; case report". Aeq.Neurapsiquiatr. settembre 1997; 55(3B):632-5.
Autori; Py Mo, C Andre. Affiliazione; servizio di neurologia, ospedale
universitario dementino Fraga Filho, Rio de Janeiro, Brasile.

13) "Henoc-Schonlein purpura following meningitis C vaccination",
Rheumatology, 2001; 40;345-346. Autori' Courtney. Patterson, Lee
Affiliazione; dipartimento di reumatologia, Craigavon Area Hospital, Belfast
(IR)



dr. G. Paolo Vanoli (I2VGP) - Consulente in Scienza della Nutrizione e
Medicine biologico Naturali
[Only registered users see links. ]


Reply With Quote
  #6  
Old 04-06-2007, 10:33 AM
G. Paolo
Guest
 
Posts: n/a
Default Epilessia dai Vaccini


"Beldin" <[Only registered users see links. ]> ha scritto nel messaggio
news:ev4qec$vp4$[Only registered users see links. ]...


mai sentito parlare dei danni dei vaccini, informati Buffone !

BOOM di Meningite in SVIZZERA
MENINGITE : 15.000 morti in Nigeria dopo campagne vaccinali dell'OMS
Meningiti in aumento + Morta per meningite + Dati ISTAT
Uranio, NO Vaccini + Statistiche Istat (dal vaccino per la Polio =
Aumento enorme di Epatiti)
Meningite in aumento anche in Italia
Negli USA dal 1988 le vaccinazioni si sono triplicate ed i casi di
Autismo sono aumentati del 270 % !!
Falsita' della medicina ufficiale + 1000 studi sui Danni dei Vaccini
+ Malassorbimento
Vaccini sicuri ? NO !
la Teoria dei Germi di Pasteur e' Falsa
Come distruggere in maniera scientifica il sistema immunitario, con i
Vaccini


Svizzera: boom di Meningite
Da anni in Svizzera i casi di meningite sono in costante aumento.
Sotto accusa medicamenti e vaccini.

Il 24 giugno 2000 il bollettino dell'Ufficio federale della
sanità ha confermato l'aumento dei casi di meningite in Svizzera: 594 i casi
accertati dal 1995 al 1999. Tra i colpiti, molte reclute.
Alcuni ricercatori non si stupiscono di questo incremento e lo mettono
in relazione al cocktail di vaccinazioni cui vengono sottoposte i soldati
quando incominciano il servizio militare.
Nulla di obbligatorio, ma solo vaccinazioni caldamente raccomandate
dallo Stato maggiore.
Chi rifiuta i vaccini contro difterite, tetano, polio, antiepatite B,
antirabbica e, recentemente, contro la meningite, deve farlo per iscritto,
dopo aver appreso che può mettere in pericolo la salute pubblica. Sotto
accusa anche alcuni farmaci.
Nel dicembre 2000, l'Adverse Drug Reaction Bulletin, ha pubblicato un
elenco di medicamenti suscettibili di provocare la meningite di tipo
asettico: tra questi gli anti infiammatori non steroidei (Fans) e svariati
antibiotici.

Commento NdR:
Il vaccino non è scaduto.... e/o si da' sempre la colpa alla "mancanza
di vigilanza"...perche' non li hanno guardati a vista... abbastanza..??? Mai
e poi mai al fatto che ogni vaccino è pericoloso e più si vaccina, meno
difese immunitarie vi sono nei vaccinati figli di vaccinati !




--
dr. G. Paolo Vanoli (I2VGP) - Consulente in Scienza della Nutrizione e
Medicine biologico Naturali
[Only registered users see links. ]


Reply With Quote
  #7  
Old 04-06-2007, 03:54 PM
P. Bianchi
Guest
 
Posts: n/a
Default Epilessia dai Vaccini

G. Paolo wrote:


tecnicamente, che cosa misuri, per arrivare a dichiarare che le difese
diminuiscono?


In italia non sei dottore.





Reply With Quote
Reply

Tags
dai , epilessìa , vaccini


Thread Tools
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Trackbacks are On
Pingbacks are On
Refbacks are On

Forum Jump

Similar Threads
Thread Thread Starter Forum Replies Last Post
Contenuto dei Vaccini G. Paolo Forum Biologia 0 05-04-2009 03:08 PM
Vaccini Letali G. Paolo Forum Biologia 1 12-25-2008 11:38 AM
Vaccini nei cibi vegetali G. Paolo Forum Biologia 1 12-10-2008 11:02 AM
Mutazioni Genetiche dai Vaccini G. Paolo Forum Biologia 0 01-21-2007 02:12 PM
Immunodepressione da vaccino G. Paolo Forum Biologia 0 11-02-2006 06:46 AM


All times are GMT. The time now is 02:08 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright 2005 - 2012 Molecular Station | All Rights Reserved
Page generated in 0.28135 seconds with 16 queries