Go Back   Science Forums Biology Forum Molecular Biology Forum Physics Chemistry Forum > Regional Molecular Biology Discussion > Forum Biologia
Register Search Today's Posts Mark Forums Read

Forum Biologia Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


Feto considerazioni scientifiche e biologiche

Feto considerazioni scientifiche e biologiche - Forum Biologia

Feto considerazioni scientifiche e biologiche - Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


Reply
 
LinkBack Thread Tools Display Modes
  #1  
Old 11-16-2006, 01:15 PM
Max
Guest
 
Posts: n/a
Default Feto considerazioni scientifiche e biologiche



Vorrei fare richiesta sull'attendibilitÃ* scientifica del
seguente testo:
"Si sente spesso ripetere, sotto varie forme, il seguente
ragionamento: «Un embrione è un essere vivente che, anche se
non è una persona, lo diventerÃ*. Con l’uccisione volontaria
dell’embrione tu impedisci a quel futuro individuo di vivere
la sua vita. Non è diverso da un omicidio». Oppure:
«L’embrione umano è giÃ* una Persona».

Indubbiamente è vero che la soppressione dell’embrione
impedisce oggettivamente al futuro individuo di esistere.
Tuttavia la conclusione che l’aborto equivalga all’omicidio
nasconde un grave errore logico e se vogliamo essere
razionali occorre spingere i ragionamenti fino in fondo per
capire che le cose non stanno così.

Vanno chiariti alcuni punti principali:

* La vita biologica, per come la conosciamo attraverso
il metodo scientifico, preesiste alla formazione
dell’embrione. L’embrione è il risultato di complessi e noti
processi biochimici che hanno luogo fra organismi vivi:
l’ovulo femminile e lo spermatozoo maschile. Un embrione
vitale non proviene da oggetti morti o da materiale
inorganico. Affermare che la vita abbia inizio all’istante
della fusione del DNA di organismi vivi è una banale
contraddizione nei termini.
* L’idea che l’embrione come tale sia una “persona” è
di ordine metafisico e non ha nulla a che fare con la
biologia o con altre scienze. L’idea che l’istante del
concepimento costituisca una qualche “discontinuitÃ*” che
giustifichi l’assegnazione dello status di “persona” non
trova supporto in natura ma affonda piuttosto le sue radici
in quelle ideologie religiose che per sopravvivere non
possono fare a meno di questa arbitraria assunzione. Si
tratta di un’idea che non contiene nulla di scientifico.
* Il meccanismo attraverso il quale si forma l’embrione
di un homo sapiens è lo stesso di tutti gli altri organismi
viventi sessuati (sia per i mammiferi sia per molti altri
animali inferiori). Non occorre postulare l’esistenza di
entitÃ* sovrannaturali per spiegare la riproduzione umana, o
per spiegare i processi che portano alla formazione di un
embrione.
* Una coppia qualsiasi ovulo-spermatozoo non ancora
uniti contiene giÃ* in sé tutta l’informazione che serve per
la costruzione di un nuovo esemplare, esattamente come la
stessa informazione è contenuta nell’embrione che essi
formano. In altre parole, una qualsiasi coppia
ovulo-spermatozoo ha la stessa “dignitÃ*” biologica
dell’embrione, nel senso che è ad esso biologicamente
equipollente.

Questi semplici fatti implicano che la scelta consapevole di
impedire, attraverso qualsiasi mezzo, l’unione di un ovulo
con uno spermatozoo umani risulta logicamente equivalente a
impedire che il corrispondente embrione si sviluppi secondo
il suo normale corso. Cioè, se chiamiamo ciò “omicidio”,
allora siamo costretti a includere nella stessa categoria
anche la contraccezione e perfino l’astinenza sessuale o la
scelta del celibato perché, dal punto di vista biologico, di
fatto producono tutti lo stesso risultato finale: una
persona non verrÃ* al mondo e non vivrÃ* a causa della scelta
deliberata e consapevole di qualcuno.

Dovremmo dunque considerare “assassini” anche tutte quelle
persone? È chiaramente assurdo. E ogni volta che attraverso
un ragionamento si giunge a un assurdo significa che o il
ragionamento è sbagliato o l’ipotesi iniziale
(aborto=omicidio) è falsa. L’aborto non può essere
considerato equivalente all’omicidio, perché questa ipotesi
condurrebbe alla conclusione insensata secondo la quale
dovremmo considerarci quasi tutti omicidi.

Stabilire quando la soppressione di un gruppo di cellule è
un omicidio e quando invece non lo è, non può che derivare
da una nostra convenzione e non da un elemento oggettivo
della natura. Non diversamente dallo stabilire a che etÃ* si
è abbastanza maturi per votare."
il testo è di Marco Musy Laureato in fisica.
Reply With Quote
  #2  
Old 11-16-2006, 07:19 PM
demish
Guest
 
Posts: n/a
Default Feto considerazioni scientifiche e biologiche

Max ha scritto:

Questa domanda non ha senso, perchè il testo non rappresenta altro che
le considerazioni dell'autore sul tema della cellule staminali embrionali.

Posso solo dirti se sono d'accordo oppure no.

Ciao
Reply With Quote
  #3  
Old 11-16-2006, 08:55 PM
danilo
Guest
 
Posts: n/a
Default Feto considerazioni scientifiche e biologiche

Il 16 Nov 2006, 14:15, Max <[Only registered users see links. ]> ha scritto:

Come ti diceva Demish, la domanda non ha senso. L'accezione della parola
"vita" in biologia non ha nessuna attinenza con il suo significato sociale.
E lo stesso si potrebbe dire di "persona", se fosse un concetto di qualche
utilità in biologia. E' all'incirca come dire che, siccome si parla di
attrazione dei gravi in fisica, allora le note basse dell'organo devono
avere un campo gravitazionale. Sono termini usati in campi diversi, con
accezioni diverse, e funzionali a scopi diversi. E dai confini squisitamente
arbitrari, per giunta.

Dal punto di vista scientifico, l'unica cosa che posso dire è: togli quell'
"animali inferiori"! Adesso! :-)

Danilo

--------------------------------
Inviato via [Only registered users see links. ]
Reply With Quote
  #4  
Old 11-16-2006, 10:10 PM
Max
Guest
 
Posts: n/a
Default Feto considerazioni scientifiche e biologiche

Mi scuso,avete perfettamente ragione! la cosa è mal posta in
partenza! Soprattutto perché nel sociale il termine vita è
diverso dal termine biologico. Vorrei cercare comunque di
capire quanto questa opinione sia biologicamente corretta. A
prescindere dal fatto che non capisco la connessione che
l'autore fa tra gli spermatozoi ed il feto...credo che sia
un tentativo di cercare conferma scientifica che abortire
sia una cosa accettabile perché quell'essere non ha la
ragione. Mi sono stupito di questa affermazione


mi sembra assurda ... forse perché ritengo che la vita
dell'uomo inizia proprio da una fusione!
Ma qui giunge il dubbio che vorrei chiarirmi: ma in biologia
quando ha inizio la vita dell'essere vivente uomo?

Inoltre mi sono scandalizzato nell'affermazione



quando, per quanto mi sia informato, nel campo della scienza
c'è incertezza sul *quando* definire una persona!

Ancor meno biologica l'affermazione

.....

ma ha senso parlare di "dignità" biologica? l'ovulo e lo
spermatozoo non sono cose diverse dall'embrione? Ridurle ad
una uguaglianza (peraltro solo in ambito di possesso
d'informazione) non è forse come dire che il progetto è
uguale all'opera realizzata? Ma senza andare lontano: ha
senso biologico un'affermazione di quel tipo?

Ed infine questa affermazione ha senso? o semplicemente è
un'opinione?
Quindi mi chiedo cos'è l'aborto dal punto di vista
biologico? La scienza cosa afferma?
Ma un biologo che studia la vita dal punto di vista chimico
.... cosa pensa, a quale ragionamento giunge dopo aver letto
tali affermazioni?
Grazie mille per le risposte già date e che verranno!
Reply With Quote
  #5  
Old 11-18-2006, 10:33 PM
danilo
Guest
 
Posts: n/a
Default Feto considerazioni scientifiche e biologiche

Il 16 Nov 2006, 23:10, Max <[Only registered users see links. ]> ha scritto:

Non hai mica capito...
Cerco di essere più chiaro, vediamo se mi riesce.
Una definizione scientifica ha un uso _in campo scientifico_.
Quello che tu vuoi è poter dire: "La Scienza è d'accordo con la mia etica."
Beh, non puoi. Non puoi perchè il fatto che una definizione scientifica si
accordi a quello che tu credi giusto _non ha alcun valore etico_.
Poniamo che io ti dica che la scienza definisce "individuo" la cellula
diploide originata da uovo e spermatozoo. Tu ne dedurresti che è sbagliato
abortire, giusto?
E poniamo invece che io ti dica che la scienza definisce "individuo"
l'esemplare in età riproduttiva di una popolazione. Tu ne dedurresti che si
possono uccidere nonni e bambini, giusto?
Entrambe le definizioni sono valide, in biologia, all'interno del loro campo
specifico di applicazione (la seconda, per inciso, ha a che vedere con il
concetto di "popolazione reale"). E nessuna delle due ha il minimo valore
etico. Se ne accetti una e rifiuti l'altra, sei in malafede.

Il che, suppongo, fosse quel che voleva sottolineare l'autore dello scritto
di partenza, e che tu sembri restio a capire.

Danilo


--------------------------------
Inviato via [Only registered users see links. ]
Reply With Quote
  #6  
Old 11-19-2006, 09:50 PM
Max
Guest
 
Posts: n/a
Default Feto considerazioni scientifiche e biologiche

No non è proprio così, la scienza deve fornire mezzi e
metodi per meglio identificare e delineare delle
supposizioni. Difatto qui si vuol capire cosa si intende
biologicamente per essere umano... Se un essere umano è la
cellula già fecondata ne deduco che distruggere una cellula
fecondata, per la mia etica, non è corretto. Se la scienza
mi dimostra che un essere umano è a partire dal 3 mese ne
deduco che moralmente prima distruggere quello che c'è
prima, secondo la mia morale, è possibile farlo. Se è
possibile fare una cosa come l'aborto, l'etica ha bisogno di
capire scientificamente cosa fa l'aborto! L'autore del brano
citato, molto illogicamente, crea una tesi per dimostrare
un'ipotesi...o meglio dimostra un qualche cosa che da per
per scontato corretta. E' come pilotare una dimostrazione di
matematica :-) sapendo già dove vuoi arrivare! L'accomunare
una cellula aploide ad un embrione, è assurdo tanto quanto
dire che l'astinenza provoca "la morte" (o la non nascita)
di un individuo. Difatto sono cellule differenti!
soprattutto perchè l'atto evolutivo in discriminante
probabilistica, ha come conclusione una cellula
completamente diversa da quelle di partenza! Non sei d'accordo?
Reply With Quote
  #7  
Old 11-20-2006, 07:34 PM
demish
Guest
 
Posts: n/a
Default Feto considerazioni scientifiche e biologiche

Max ha scritto:
Beh rispondendo a questa domanda si risolverebbe il problema più
grande della BIoetica.
Secondo me la biologia non può dare la definizione di essere umano
quindi questa tua frase "Difatto qui si vuol capire
cosa si intende biologicamente per essere umano..." non ha senso (per me
), infatti per la biologia, ad esempio, l'unica differenza che c'è tra
un pezzo di fegato e l'embrione è che il pezzo di fegato ormai è in
grado di trascrivere solo alcuni geni mentre l'embrione è molto meno
"condizionato" e può trascrivere tutti i geni...beh secondo te questa
differenza può definire il concetto di essere umano?


Se un essere umano è

questo è riduttivo nei confronti dell'etica che in questo tuo
ragionamento dovrebbe basarsi unicamente sulle conoscenze della biologia
la quale può dare solo una definizione tecnica di ciò che avviene
durante lo sviluppo, ovvero: gameti, zigote, morula, blastula, embrione,
feto,...e poi?...essere umano??



veramente io avevo capito che l'autore aveva detto che i DUE gameti
hanno le stesse potenzialità dell'embrione di diventare un individuo, ed
in effetti questo è vero se i 2 aploidi sono nelle condizioni che gli
permettono di unirsi


mmm...questo appare esagerato, la morte degli spermatozoi è una cosa
naturale ed avviene sia se si sta in astinenza che no


Difatto sono cellule differenti! soprattutto perchè

Sinceramente questa frase non l'ho capita, a cosa ti riferisci?
Reply With Quote
Reply

Tags
biologiche , considerazioni , feto , scientifiche


Thread Tools
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Trackbacks are On
Pingbacks are On
Refbacks are On

Forum Jump

Similar Threads
Thread Thread Starter Forum Replies Last Post
Scienze Biologiche - domande (aiuto!) Luca Forum Biologia 1 09-30-2009 04:05 PM
L'inizio della vita umana, basi biologiche e questioni etiche Scienza per l'uomo Forum Biologia 7 03-13-2006 06:07 PM


All times are GMT. The time now is 11:03 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright 2005 - 2012 Molecular Station | All Rights Reserved
Page generated in 0.17222 seconds with 16 queries