Go Back   Science Forums Biology Forum Molecular Biology Forum Physics Chemistry Forum > Regional Molecular Biology Discussion > Forum Biologia
Register Search Today's Posts Mark Forums Read

Forum Biologia Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


Relatività Dimensionale (Abstract)

Relatività Dimensionale (Abstract) - Forum Biologia

Relatività Dimensionale (Abstract) - Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


Reply
 
LinkBack Thread Tools Display Modes
  #1  
Old 07-02-2006, 11:22 AM
Gianni Morando
Guest
 
Posts: n/a
Default Relatività Dimensionale (Abstract)



Perché ogni oggetto della natura (quark, atomo, molecola, protozoo,
grillo, uomo, pianeta, stella, galassia) esiste in determinate
dimensioni?
La teoria della relatività dimensionale ne spiega il motivo.
Ciascun oggetto materiale possiede un Volume ed una Superficie esterna
che contiene il volume stesso. Il rapporto fra queste due grandezze J =
V/S si definisce Variante Dimensionale perché varia con le dimensioni.
In pratica, il volume di un oggetto, salendo (o scendendo) nella scala
dimensionale, aumenta (o diminuisce) di più della superficie. Per
questo motivo qualsiasi oggetto fisico non può variare le proprie
dimensioni indefinitamente ma ha dei limiti oltre i quali cessa di
esistere.
La bolla di sapone è un esempio classico, perché l'aumento della
pressione interna (volume) contrasta la tensione superficiale fino alla
rottura.
Le relazioni fisiche fra parti di volume di un oggetto e parti
superficiali possono essere anche molto complesse, ma il variare delle
dimensioni finisce sempre per romperne gli equilibri. La natura lo
conferma non fornendo un solo caso contrario a questo principio!
Pertanto, ogni oggetto della natura è confinato in un intervallo
dimensionale dipendente, fra l'altro, dagli oggetti componenti.
Questa proprietà degli oggetti è classificata come 1° principio di
relatività dimensionale.

Tutti i fenomeni fisici sono connessi alla materia e quindi sono
caratteristici dei relativi livelli dimensionali. In altre parole,
anche le leggi della fisica dipendono dalle dimensioni e pure questo
2° principio è verificato in natura nei 44 ordini di grandezza in cui
l'uomo ha conoscenza (dal quark all'intero universo conosciuto).
La fisica che si occupa del piccolo intervallo dimensionale in cui
esistono i quark ha logiche funzionali diverse da quelle esistenti in
ogni altra dimensione e si chiama cromodinamica.
La stessa cosa accade per gli atomi e la relativa fisica si chiama
meccanica quantistica.
La fisica che si occupa del piccolo intervallo dimensionale in cui
esistono le molecole ha logiche funzionali diverse da quelle esistenti
in ogni altra dimensione e si chiama chimica.
La fisica che si occupa del grande intervallo dimensionale che va dalle
molecole fino alle stelle ha logiche funzionali diverse da quelle
esistenti in ogni altra dimensione e si chiama fisica classica.
La fisica che si occupa dell'intervallo dimensionale in cui esistono
le galassie e gli ammassi di galassie ha logiche funzionali diverse da
quelle esistenti in ogni altra dimensione e si chiama cosmologia.
Anche all'interno di questi campi della fisica esistono dei fenomeni
legati esclusivamente alle dimensioni, come la capillarità, la
tensione superficiale, la flessibilità, i moti browniani, il
raffreddamento (o il riscaldamento) di un oggetto, la vita ...
quest'ultima costituisce un immenso laboratorio di ricerca per le
metodologie di relatività dimensionale. Le ricerche in lingua inglese,
iniziate fin dai primi anni del '900, sono in costante aumento e si
possono trovare in internet, in varie relazioni e modelli scientifici,
attraverso la dizione scaling theory.

Il 3° principio di relatività dimensionale riguarda il tempo, perché
anche il tempo è correlato alla materia e quindi varia con le
dimensioni.
Gli esempi in natura sono molteplici ... battiti delle ali dagli
insetti ai grandi uccelli, battiti del cuore dal toporagno alla balena
azzurra, legge di Keplero per i tempi di rotazione dei pianeti, ...
una casistica coerente che va dall'enorme velocità di rotazione di
un elettrone attorno al nucleo di un atomo al tempo di rotazione di una
galassia su se stessa, quasi un tempo infinito rispetto al tempo
dell'elettrone.

Il libro La struttura dell'universo secondo la teoria della
relatività dimensionale mostra l'universo in cui viviamo con logiche
diverse dagli standard scolastici ... pur non entrando mai in
contraddizione con le teorie correnti ... un metodo originale e nuovo
per indagare la natura senza complicate formule matematiche.
La seconda parte del libro è dedicata in particolare alle
biodimensioni, mentre la terza parte si estende dalle biodimensioni ai
"confini dell'ignoto".

La teoria della relatività dimensionale predice che elettroni e quark
devono avere una struttura e quindi dei componenti, che a loro volta,
se dotati di volume, devono essere costituiti da altri elementi. Il
limite di questa infinita costruzione dell'universo si raggiungerebbe
con oggetti privi di volume. Un oggetto elementare potrebbe essere il
fotone ...

Le onde elettromagnetiche e quindi anche la luce, trattate in chiave
dimensionale, mostrano che la loro velocità, dipende dalle dimensioni.
L'originale tesi si dimostra considerando l'aumento o la
diminuzione di frequenza come il passaggio dell'onda e.m. a
dimensioni inferiori o superiori. Il cambiamento di scala si traduce in
una corrispondente variazione di velocità che rende più comprensibili
fenomeni legati alle onde e.m. come l'effetto Doppler, l'effetto
Compton, ...

Le leggi di Keplero valide per i sistemi planetari o per altri sistemi
più complessi, non sono più valide per una galassia o per un ammasso
galattico. La presenza di materia oscura o altre possibili cause
confinano le leggi di Keplero ... prevedibile secondo la relatività
dimensionale.
Secondo questa teoria, è prevista in tutto lo spazio anche la presenza
di materia infinitesimale dalle proprietà sconosciute, che potrebbe
identificarsi proprio nella materia oscura.

Tutto qui? ... no!
La conoscenza in questa direzione è solo iniziata, almeno in Italia, e
tutti gli studiosi, qualunque sia il campo di applicazione, possono
utilizzare questo nuovo strumento di ricerca.

****************************
Il libro si compone di 66 pagine ed elegante copertina ... può essere
richiesto all'indirizzo [Only registered users see links. ] al costo di 5 euro
(spese postali comprese).
Il contenuto integrale del libro può anche essere richiesto
gratuitamente via email ... l'ingombro del file è di circa 5 Mb.

Reply With Quote
  #2  
Old 07-02-2006, 02:38 PM
John
Guest
 
Posts: n/a
Default Relatività Dimensionale (Abstract)

Gianni Morando wrote:




giusto per curiosità, questo 44 deriva mica dal fatto che queste grandezze
vanno da 10**(-22) fino a 10**(22) ??




Reply With Quote
  #3  
Old 07-03-2006, 06:28 AM
Gianni Morando
Guest
 
Posts: n/a
Default Relatività Dimensionale (Abstract)


John ha scritto:


Diciamo più scientificamente che si è adottata una scala logaritmica
.... in particolare quella proposta da Peter H. Cadogan che pone il
metro allo zero della scala che quindi va da 10^-18 (quark) a 10^26
(universo conosciuto).
Esiste un'altra convenzione proposta da Dickerson e Geis che stabilisce
il centimetro come punto zero.

La relatività dimensionale (sconosciuta in Italia) è nota come
"Scaling Theory".

Reply With Quote
  #4  
Old 07-03-2006, 10:06 AM
John
Guest
 
Posts: n/a
Default Relatività Dimensionale (Abstract)

Gianni Morando wrote:




a me quell'esempio della bolla di sapone mi ricorda tanto gli 'orders
parameters' della teoria sinergetica di Haken, (la teoria del caos)
in quanto appunto se questi orders parameters assumoni certi valori si ha
un 'passaggio' di stato (ad esempio stato liquido a stato gassoso)....

Non è che abbiano qualcosa in comune la sinergetica e la 'relatività
dimensionale' ??


Reply With Quote
  #5  
Old 07-03-2006, 01:27 PM
Gianni Morando
Guest
 
Posts: n/a
Default Relatività Dimensionale (Abstract)


John ha scritto:


Non conosco gli 'orders parameters' ... però molti fenomeni fisici, e
soprattutto biologici hanno una facile spiegazione con la relatività
dimensionale, quando il fenomeno non è influenzato da diversi
parametri indipendenti dalle dimensioni.
Ti ringrazio per avermi stimolato delle osservazioni:

Il passaggio dallo stato gassoso a quello liquido avviene con una
diminuzione di volume e "l'oggetto" gassoso diventa un "oggetto"
liquido (variando parametri come la pressione o la temperatura) ... il
fenomeno a dimensioni macroscopiche ha origine da un nuovo "assetto"
molecolare che cambia non solo la tipologia dell'oggetto ma anche le
relative leggi fisiche.
Per esempio la legge cinetica dei gas (Kroning e Clausius) non si può
applicare all'oggetto liquido ... anche se composto dalle stesse
molecole.

Questo esempio, come ho già detto, non è molto chiaro ... ma da un
punto di vista macroscopico forse possiamo concepire il passaggio di
stato come una variazione dimensionale ...
Quanto detto, vale ovviamente anche per il passaggio dallo stato
liquido allo stato solido.

Reply With Quote
  #6  
Old 07-06-2006, 04:38 PM
demish
Guest
 
Posts: n/a
Default Relatività Dimensionale (Abstract)


"Gianni Morando" <giannidue@virgilio.it> ha scritto nel messaggio
news:1151839348.912420.187200@b68g2000cwa.googlegr oups.com...

-La bolla di sapone è un esempio classico, perché l'aumento della
-pressione interna (volume) contrasta la tensione superficiale fino alla
-rottura.

guarda riflettendoci la bolla di sapone si rompe anche se per assurdo la
superficie cresce come il volume.
secondo me il motivo per cui la bolla scoppia è perchè mentre il volume è
continuamente rifornito dal nostro fiato, la materia di cui è fatta la
superficie (acqua + sapone) rimane costante. quindi la bolla si rompe lo
stesso e anche più velocemente.
scusa questa mia digressione.
Ciao

P.S: se non avessi già così tanto da studiare per medicina avrei gradito
leggere il tuo libro




Reply With Quote
  #7  
Old 07-08-2006, 08:12 AM
Gianni Morando
Guest
 
Posts: n/a
Default Relatività Dimensionale (Abstract)


demish ha scritto:


La relatività dimensionale non entra nella particolarità dei fenomeni
fisici cui è sottoposto un oggetto ... ma prevede che qualunque
oggetto della natura (atomo, gigante rossa, stella a neutroni,
galassia) abbia un "intervallo dimensionale d'esistenza" oltre il quale
non può esistere.
Il motivo teorico è dato dal rapporto Volume/Superfice degli oggetti
che in natura e in geometria varia linearmente (non è un numero puro).
La conferma la trovi in tutto l'intervallo dimensionale dell'universo
conosciuto ... non è una cosa da poco!

Anche la bolla di sapone ha i suoi bravi motivi "specifici" per non
superare determinate dimensioni, legati principalmente alla tensione
superficiale del liquido elastico di cui è costituita.

Per quanto riguarda il libro te lo posso sempre inviare "gratis" via
email ... dovrebbe interessarti in particolare la seconda parte
dedicata alle "Biodimensioni" dove parlo anche delle "ragioni
dimensionali" delle cellule ... Purtroppo l'editore mi ha imposto un
numero di pagine limitato (66) ... ma il contenuto si alterna a parti
scorrevoli e parti che oggettivamente vanno studiate ...

Reply With Quote
  #8  
Old 07-09-2006, 02:11 PM
demish
Guest
 
Posts: n/a
Default Relatività Dimensionale (Abstract)


"Gianni Morando" <giannidue@virgilio.it> ha scritto nel messaggio
news:1152346343.078379.62030@m79g2000cwm.googlegro ups.com...

-email ... dovrebbe interessarti in particolare la seconda parte
-dedicata alle "Biodimensioni" dove parlo anche delle "ragioni
-dimensionali" delle cellule ...

si questo mi interessa, se ti va inviamelo.
Ciao e grazie
Demish


Reply With Quote
  #9  
Old 07-10-2006, 12:29 AM
Gianni Morando
Guest
 
Posts: n/a
Default Relatività Dimensionale (Abstract)


demish ha scritto:


Dammi l'email ...

Reply With Quote
  #10  
Old 07-12-2006, 07:34 PM
demish
Guest
 
Posts: n/a
Default Relatività Dimensionale (Abstract)


"Gianni Morando" <[Only registered users see links. ]> ha scritto nel messaggio
news:1152491380.265859.35020@p79g2000cwp.googlegro ups.com...

de_miccochiocciolaliberopuntoit


Reply With Quote
Reply

Tags
abstract , dimensionale , relatività


Thread Tools
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Trackbacks are On
Pingbacks are On
Refbacks are On

Forum Jump

Similar Threads
Thread Thread Starter Forum Replies Last Post
Last Call for Abstract Submission - BioMicroWorld2009 Conference,Lisbon (Portugal), 2-4 December 2009 Jose Antonio Mesa Gonzalez Microbiology Forum 2 01-20-2012 02:18 PM
Relatività Dimensionale in biologia Gianni Morando Forum Biologia 0 10-06-2006 06:07 AM
Relatività Dimensionale in biologia Gianni Morando Forum Biologia 0 10-06-2006 06:06 AM
Relatività dimensionale Gianni Morando Forum Biologia 0 06-27-2006 09:06 AM
Role of RNA Silencing in Plants Raghavendra Botany Forum 2 10-17-2003 10:20 AM


All times are GMT. The time now is 12:13 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright 2005 - 2012 Molecular Station | All Rights Reserved
Page generated in 0.18388 seconds with 16 queries