Go Back   Science Forums Biology Forum Molecular Biology Forum Physics Chemistry Forum > Regional Molecular Biology Discussion > Forum Biologia
Register Search Today's Posts Mark Forums Read

Forum Biologia Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


Il sogno dello scienziato russo "Un Pleistocene Park in Siberia"

Il sogno dello scienziato russo "Un Pleistocene Park in Siberia" - Forum Biologia

Il sogno dello scienziato russo "Un Pleistocene Park in Siberia" - Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


Reply
 
LinkBack Thread Tools Display Modes
  #1  
Old 02-06-2006, 07:27 PM
\(¯`·.¸Emael¸.·´¯\)
Guest
 
Posts: n/a
Default Il sogno dello scienziato russo "Un Pleistocene Park in Siberia"



Ri Buonasera,
altro che Jiurassic park. La realtà supera la
fantasia. Leggete bene questa notizia.

Emael

Nelle steppe siberiane Sergey Zimov conta di far rivivere il mammut. Tra due
anni il Dna dell'animale sarà completato

REPUBBLICA
06/02/2006 60.d.h

Il sogno dello scienziato russo "Un Pleistocene Park in Siberia"

[Only registered users see links. ]

In un'area 16.000 chilometri quadrati, che fa parte della Yukutia, anche il
bue muschiato, il lupi, l'alci, l'uro

PER tre milioni e mezzo di anni i mammut hanno vagato tra le steppe del
nostro pianeta. Alti più di tre metri e pesanti anche sette tonnellate
avevano una imponenza tale che pochi predatori tentavano di aggredirli. Ma
la loro fortuna iniziò a diminuire circa 20.000 anni fa, quando l'uomo
dapprima nelle pianure eurasiatiche poi in quelle del Nord America iniziò a
cacciarli. Per il regale Elephantidae fu l'inizio della fine, e circa 11.000
anni or sono si estinse del tutto.

Ma se le cose andranno come vogliono alcuni ricercatori non è escluso che i
mammut ritornino a vivere nelle steppe della Siberia, in una sorta di
"Jurassic Park" che ricostruirà il mondo del Pleistocene. Recentemente lo
zoologo Alerei Tikhonov dell'accademia delle Scienze russe e Ross MacPhee
del Museo americano di Scienze naturali hanno annunciato sulla rivista
Science di aver ricostruito 13 milioni di basi che compongono il Dna
estratto dalle ossa di un mammut ritrovato nel permafrost della Siberia e
che morì circa 28.000 anni fa. In altre parole, sono riusciti a ricostruire
circa la metà del Dna dell'animale estinto e sperano di poterlo avere
interamente tra le mani entro un anno o due.

La possibilità di ridare vita a questo animale non è impossibile in quanto
il suo patrimonio genetico è molto vicino a quello dell'elefante asiatico e
si potrebbe utilizzare quest'ultimo come madre per il mammut. "Riportare in
vita un animale del genere significa riportare nel nostro mondo il più
grande simbolo dell'era pleistocenica", ha detto Larry Agenbroad, un esperto
di mammut dell'Università del Nord Arizona.


A dire il vero questo esperimento sarebbe solo un piccolo passo per far
tornare sulla Terra grossi animali del passato, un processo che viene
chiamato "rewilding". Ci sono altre equipe di ricercatori infatti, che
stanno tentando di riportare sul nostro pianeta il bucardo, una capra
spagnola scomparsa 5 anni fa e la tigre della Tasmania. In Irlanda c'è chi
tenta di ridare vita a qualcuna delle oltre 9.000 specie di uccelli che si
sono estinte negli ultimi secoli.

Ma senza dubbio il progetto più ambizioso è quello di Sergey Zimov, uno
scienziato russo, il quale sta tentando di trasformare una vasta area della
Siberia, di oltre 16.000 chilometri quadrati e che fa parte della Yukutia,
in uno spicchio del mondo com'era durante il Pleistocene. Egli infatti, sta
ridando vita alle foreste com'erano un tempo e alla steppa di quel periodo.
Al loro interno vuole poi introdurre il bue muschiato, il lupi, l'alci,
l'uro e soprattutto il mammut non appena lo si potrà clonare. Zimov chiama
già quell'area "Pleistocene Park".

Nei confronti di questa iniziativa si sono già levate alcune critiche. E'
certo che un simile ambiente sia in grado di dare sostentamento a tali
animali senza che venga alterato in modo distruttivo? Si è certi che il
possibile avvento del mammut non porti con sé virus o malattie mortali per
altri animali con conseguenze inarrestabili? Zimov si dice sicuro che ciò
non accadrà, perché il mondo del Pleistocene è stato distrutto dall'uomo e
non dalla natura che altrimenti l'avrebbe conservato.


[Only registered users see links. ]





Reply With Quote
  #2  
Old 02-06-2006, 11:17 PM
Arduino
Guest
 
Posts: n/a
Default Il sogno dello scienziato russo "Un Pleistocene Park in Siberia"

(¯`·.¸Emael¸.·´¯) wrote:


Non è poi fantascientifico come sembra.
Ciao
Ad'I

Reply With Quote
  #3  
Old 02-07-2006, 06:24 PM
Roberto Montaruli
Guest
 
Posts: n/a
Default Il sogno dello scienziato russo "Un Pleistocene Park in Siberia"

(¯`·.¸Emael¸.·´¯) wrote:

Se tu lo leggessi anche questo NG, invece di scriverci e basta, ti
saresti accorto che ho gia' postato io questa informazione un paio di
giorni fa.

Reply With Quote
Reply

Tags
dello , russo , scienziato , sogno


Thread Tools
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Trackbacks are On
Pingbacks are On
Refbacks are On

Forum Jump


All times are GMT. The time now is 08:50 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright 2005 - 2012 Molecular Station | All Rights Reserved
Page generated in 0.13200 seconds with 15 queries