Go Back   Science Forums Biology Forum Molecular Biology Forum Physics Chemistry Forum > Regional Molecular Biology Discussion > Forum Biologia
Register Search Today's Posts Mark Forums Read

Forum Biologia Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


METABOLISMO, qual è la logica?

METABOLISMO, qual è la logica? - Forum Biologia

METABOLISMO, qual è la logica? - Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


Reply
 
LinkBack Thread Tools Display Modes
  #1  
Old 02-13-2005, 03:27 PM
wAveR
Guest
 
Posts: n/a
Default METABOLISMO, qual è la logica?



buongiorno, vorrei sottoporvi qualche domanda da "quasi profano"

1) pechè alcuni tessuti non possono fare la gluconeogenesi? intendo, qual è
la logica che c'è dietro? c'entrano nella questione NAD+/NADH??

2) pechè la glicolisi è così importante per tutti i tessuti? perchè proprio
i carboidrati? cos'hanno di più sconveniente gli acidi grassi per i muscoli
e il cervello, ad esempio?

vi sarò davvero grato se mi risponderete!!

buona giornata
waver



Reply With Quote
  #2  
Old 02-16-2005, 10:43 AM
Davide Cittaro
Guest
 
Posts: n/a
Default METABOLISMO, qual è la logica?

wAveR <newdawnTOGLISPAM@email.it> wrote:


La logica? Non basta "vuolsi cosi` cola` dove si puote cio` che si
vuole, e piu` non dimandare" ? forse perche' un organismo e' organizzato
in modo che certe cose si facciano da una parte e certe altre si
facciano da un'altra parte, in modo da non incasinare tutto. Del resto
e' la stessa logica per cui non si creano spermatozooi nel cervello
(credo)
Il NADH c'entra, ma c'entra di piu' l'uso di ATP, per cui io, uomo,
preferisco spendere ATP per muovermi dal fruttivendolo, comprare la
frutta, mangiarla, andare dal panettiere, comprare il pane, mangiarlo,
ricavare tanti carboidrati...


Sono piu' facilmente reperibili, sono idrosolubili, e ancora una volta
"vuolsi cosi` cola` dove si puote cio` che si vuole, e piu` non
dimandare".




--
Davide Cittaro
Drop WINDOWS if you want to reply
Reply With Quote
  #3  
Old 02-16-2005, 03:08 PM
wAveR
Guest
 
Posts: n/a
Default METABOLISMO, qual è la logica?

temo non sia una risposta scientificamente esauriente ... ma ti ringazio
comunque.
le logiche che mi interessavano erano sistemiche e termodinamiche, ma credo
di essermi fatto un'idea!

saluti!
waver


"Davide Cittaro" <davide.cittaroWINDOWS@ifom-ieo-campus.it> ha scritto nel
messaggio
news:1gs2qu0.mivk3b1pnv2rlN%davide.cittaroWINDOWS@ ifom-ieo-campus.it...


Reply With Quote
  #4  
Old 02-16-2005, 06:06 PM
Dominio Digitale
Guest
 
Posts: n/a
Default METABOLISMO, qual è la logica?

"wAveR" <[Only registered users see links. ]> ha scritto nel messaggio news:TlKPd.30753$[Only registered users see links. ]...

Se per "logica" intendi un percorso evolutivo, il raggiungimento
della pluricellularità si è realizzato secondo la strategia vincente della compartimentazione
delle reazioni biochimiche, ossia è più conveniente non far fare tutto a tutti;
in questo modo risparmi energia e metaboliti preziosi...
La gluconeogenesi - come tutte le vie altamente regolate - sottosta a questo principio
e si svolge laddove ci sono recettori per gli ormoni che la controllano, la attivano
o la inibiscono.
Se poi cerchi il "perché" intimo di questi meccanismi devi fare il Filosofo...
e allora qui ci vuole Fuzzy ;-)


Io farei un discorso più generale, che va oltre i tessuti:
per il II principo della termodinamica ogni sistema (e quindi anche i viventi) se
lasciato a sé tende spontaneamente al disordine, il cui grado massimo in ambito biologico,
coincide con la morte. Per evitare ciò gli esseri viventi devono opporsi
compiendo un lavoro che costa energia.
Gli animali e alcuni altri organismi scelgono la via eterotrofa per procurare
energia con cui opporsi al disordine e tale via - di nuovo - si è ottimizzata evolutivamente
mediante l'utilizzo dei carboidrati, da cui si ottiene la forma chimica dell'energia metabolica,
cioè l'ATP.

e il cervello, ad esempio?

Detta in soldoni, senza addentrarci nei meccanismi chimici e termodinamici di reazione,
i carboidrati (CHO) sono molecole semplici da demolire, molto più degli acidi grassi;
sono idrosolubili e quindi ideali per la chimica dei viventi che si svolge in ambiente acquoso,
infatti oltre ai soluti è importante pensare sempre anche ai solventi, ossia al mezzo in cui essi
sono disciolti e veicolati.
Gli enzimi coinvolti nell'utilizzo dei CHO hanno maggiore stabilità di quelli che dovrebbero
interagire con altre molecole più complesse: i CHO sono più compatti di altre biomolecole
ma al tempo stesso facilissimi da rompere, quindi sono eccezionali nell'occupare
poco spazio nei comparti cellulari.
Inoltre la demolizione di un carboidrato ha un'alta resa di reazione in termini di energia realizzabile
e di scorie prodotte; un acido grasso è una coda idrocarburica difficile da gestire,
soprattutto nel caso di presenza di doppi legami (ac. grasso insaturo)
che determinano centri di planarità della molecola con conseguente
difficoltà nella sua reazione e possibilità di forme chimiche alternative (isomeri)
che avrebbero necessità, ad es., di siti enzimatici più complessi.
Per questo l'utilizzo di carboidrati alla fine è la metodica preferenziale
che ottimizza il rapporto costo/beneficio
e la gluconeogenesi è a tutti gli effetti una via di riciclo di materiali non glicidici.

Spero di essermi espresso in modo chiaro...

--
Andrea
***
Io ne ho viste cose che voi Umani non potreste immaginare...
(Blade Runner - 1973)

La sequenza non è che l'inizio...
(J. Craig Venter, Celera Genomics - 2000)
Reply With Quote
  #5  
Old 02-16-2005, 09:13 PM
wAveR
Guest
 
Posts: n/a
Default METABOLISMO, qual è la logica?

hai soddisfatto la mia curiosità, grazie davvero

waver


"Dominio Digitale" <[Only registered users see links. ]> ha scritto nel messaggio
news:mYLQd.905056$[Only registered users see links. ].it...
"wAveR" <[Only registered users see links. ]> ha scritto nel messaggio
news:TlKPd.30753$[Only registered users see links. ]...

Se per "logica" intendi un percorso evolutivo, il raggiungimento
della pluricellularità si è realizzato secondo la strategia vincente della
compartimentazione
delle reazioni biochimiche, ossia è più conveniente non far fare tutto a
tutti;
in questo modo risparmi energia e metaboliti preziosi...
La gluconeogenesi - come tutte le vie altamente regolate - sottosta a questo
principio
e si svolge laddove ci sono recettori per gli ormoni che la controllano, la
attivano
o la inibiscono.
Se poi cerchi il "perché" intimo di questi meccanismi devi fare il
Filosofo...
e allora qui ci vuole Fuzzy ;-)


Io farei un discorso più generale, che va oltre i tessuti:
per il II principo della termodinamica ogni sistema (e quindi anche i
viventi) se
lasciato a sé tende spontaneamente al disordine, il cui grado massimo in
ambito biologico,
coincide con la morte. Per evitare ciò gli esseri viventi devono opporsi
compiendo un lavoro che costa energia.
Gli animali e alcuni altri organismi scelgono la via eterotrofa per
procurare
energia con cui opporsi al disordine e tale via - di nuovo - si è
ottimizzata evolutivamente
mediante l'utilizzo dei carboidrati, da cui si ottiene la forma chimica
dell'energia metabolica,
cioè l'ATP.

e il cervello, ad esempio?

Detta in soldoni, senza addentrarci nei meccanismi chimici e termodinamici
di reazione,
i carboidrati (CHO) sono molecole semplici da demolire, molto più degli
acidi grassi;
sono idrosolubili e quindi ideali per la chimica dei viventi che si svolge
in ambiente acquoso,
infatti oltre ai soluti è importante pensare sempre anche ai solventi, ossia
al mezzo in cui essi
sono disciolti e veicolati.
Gli enzimi coinvolti nell'utilizzo dei CHO hanno maggiore stabilità di
quelli che dovrebbero
interagire con altre molecole più complesse: i CHO sono più compatti di
altre biomolecole
ma al tempo stesso facilissimi da rompere, quindi sono eccezionali
nell'occupare
poco spazio nei comparti cellulari.
Inoltre la demolizione di un carboidrato ha un'alta resa di reazione in
termini di energia realizzabile
e di scorie prodotte; un acido grasso è una coda idrocarburica difficile da
gestire,
soprattutto nel caso di presenza di doppi legami (ac. grasso insaturo)
che determinano centri di planarità della molecola con conseguente
difficoltà nella sua reazione e possibilità di forme chimiche alternative
(isomeri)
che avrebbero necessità, ad es., di siti enzimatici più complessi.
Per questo l'utilizzo di carboidrati alla fine è la metodica preferenziale
che ottimizza il rapporto costo/beneficio
e la gluconeogenesi è a tutti gli effetti una via di riciclo di materiali
non glicidici.

Spero di essermi espresso in modo chiaro...

--
Andrea
***
Io ne ho viste cose che voi Umani non potreste immaginare...
(Blade Runner - 1973)

La sequenza non è che l'inizio...
(J. Craig Venter, Celera Genomics - 2000)


Reply With Quote
Reply

Tags
logica , metabolismo , qual


Thread Tools
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Trackbacks are On
Pingbacks are On
Refbacks are On

Forum Jump

Similar Threads
Thread Thread Starter Forum Replies Last Post
La logica della vita: domanda da un non addetto ai lavori... geoloris@gmail.com Forum Biologia 31 09-27-2008 07:13 AM
Metabolismo umano John Forum Biologia 10 08-31-2006 03:28 PM
metabolismo Lego Forum Biologia 5 06-03-2005 08:15 PM
METABOLISMO, qual è la logica? wAveR Forum Chimica 2 02-14-2005 10:14 PM
METABOLISMO, qual è la logica? wAveR Forum Biologia 0 02-13-2005 03:27 PM


All times are GMT. The time now is 02:49 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright 2005 - 2012 Molecular Station | All Rights Reserved
Page generated in 0.15300 seconds with 16 queries