Go Back   Science Forums Biology Forum Molecular Biology Forum Physics Chemistry Forum > Regional Molecular Biology Discussion > Forum Biologia
Register Search Today's Posts Mark Forums Read

Forum Biologia Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


Nanotech: La nuova retina è un chip fotovoltaico

Nanotech: La nuova retina è un chip fotovoltaico - Forum Biologia

Nanotech: La nuova retina è un chip fotovoltaico - Forum Scienza Biologia. Italian Biology Forum.


Reply
 
LinkBack Thread Tools Display Modes
  #1  
Old 02-08-2005, 05:31 PM
\(¯`·.¸Emael¸.·´¯\)
Guest
 
Posts: n/a
Default Nanotech: La nuova retina è un chip fotovoltaico



Ri ancora buonasera,
altra straordinaria notizia sulla
scienza. Fantastico.
Emael

REPUBBLICA
07/02/2005 59.d.h

La nuova retina è un chip fotovoltaico

[Only registered users see links. ]

«E dove si collegano i fili elettrici del chip che ci ridona la vista?»: è
questa la domanda che i pazienti pongono più frequentemente a Alan Chow, l'
oftalmologo nonché presidente e Ceo di Optobionics Corp., la compagnia
americana che ha sviluppato un chip al silicio che funziona a celle solari.
Niente fili, dunque: come una retina naturale, il chip può ridare la vista
ai ciechi alimentandosi con la luce. Le prime retine al silicio sono già
state installate, con successo, su tre pazienti che avevano perso la vista
per malattie alla retina. Dunque non ciechi dalla nascita.
Il chip è stato messo a punto dal dottor Chow con l'aiuto del fratello,
Vincent, un ingegnere elettronico. L'innovativa invenzione deve tutto alle
nanotecnologie e cellule fotovoltaiche. Insomma, frutto del matrimonio dell'
hitech con l'ambiente. Il chip che sostituisce la retina, infatti, è più
piccolo di una «'o' in questo testo», come scrive Business Week riportando l
'evento: il semiconduttore ha infatti il diametro di un decimo di pollice,
ovvero tre millimetri circa e uno spessore di un milionesimo di pollice.
Contiene 3.500 microscopiche cellule solari che prendono il posto del
naturale fotorecettore dell'occhio umano, le cellule sensibili alla luce.
Il trapianto hitech è semplice: si fa una piccola incisione nella parte dell
'occhio e si inserisce il microchip.
Optobionics, che ha sede a Naperville, nell'Illinois, non è l'unica impresa
a cimentarsi in questo settore. Secondo lo stesso Alan Chow ci sono almeno
una decina e più di aziende nel mondo impegnate in ricerche nel settore di
tecnologie per impiantare la retina. Ma solo una di queste, la statunitense
Second Sight LCC in Sylmar, California, è arrivata al livello della
sperimentazione clinica, effettuando l'inserimento del chip in due pazienti.
La ricerca in questo settore è molto costosa, e la stessa Optobionics, che
fino a qualche anno fa aveva sede nel sottoscala della casa di Chow, può
contare oggi su finanziatori esterni, Arch. Venture Partners, Polaris
Venture Partners, Metronic Inc, e Ciba Vision. Fondi di venture capital e
Metronic, la più grande compagnia di impianti medici: partner che credono
nelle potenzialità di questa innovazione. Al momento, infatti, il chip
solare è studiato per chi ha avuto una malattia degenerativa della retina,
ma già dalle prime applicazioni pilota si sono avuti dei ritorni che fanno
ben sperare nella possibilità di utilizzare l'implantologia a scopi anche
curativi e preventivi delle degenerazioni della retina. Nonché sugli
anziani. Un mercato ampio. Che per decollare aspetta solo l'ok delle
assicurazioni sanitarie, quando si convinceranno a pagare l'impianto.

[Only registered users see links. ]
[Only registered users see links. ]



Reply With Quote
  #2  
Old 10-19-2012, 02:55 AM
Pipette Filler
Points: 45, Level: 1 Points: 45, Level: 1 Points: 45, Level: 1
Activity: 0% Activity: 0% Activity: 0%
 
Join Date: Oct 2012
Posts: 2
Thanks: 0
Thanked 0 Times in 0 Posts
Default Re: Nanotech: La nuova retina è un chip fotovoltaico

Quote:
Originally Posted by (¯`·.¸Emael¸.·´¯) View Post
Ri ancora buonasera,
altra straordinaria notizia sulla
scienza. Fantastico.
Emael

REPUBBLICA
07/02/2005 59.d.h

La nuova retina è un chip fotovoltaico



«E dove si collegano i fili elettrici del chip che ci ridona la vista?»: è
questa la domanda che i pazienti pongono più frequentemente a Alan Chow, l'
oftalmologo nonché presidente e Ceo di Optobionics Corp., la compagnia
americana che ha sviluppato un chip al silicio che funziona a celle solari.
Niente fili, dunque: come una retina naturale, il chip può ridare la vista
ai ciechi alimentandosi con la luce. Le prime retine al silicio sono già
state installate, con successo, su tre pazienti che avevano perso la vista
per malattie alla retina. Dunque non ciechi dalla nascita.
Il chip è stato messo a punto dal dottor Chow con l'aiuto del fratello,
Vincent, un ingegnere elettronico. L'innovativa invenzione deve tutto alle
nanotecnologie e cellule fotovoltaiche. Insomma, frutto del matrimonio dell'
hitech con l'ambiente. Il chip che sostituisce la retina, infatti, è più
piccolo di una «'o' in questo testo», come scrive Business Week riportando l
'evento: il semiconduttore ha infatti il diametro di un decimo di pollice,
ovvero tre millimetri circa e uno spessore di un milionesimo di pollice.
Contiene 3.500 microscopiche cellule solari che prendono il posto del
naturale fotorecettore dell'occhio umano, le cellule sensibili alla luce.
Il trapianto hitech è semplice: si fa una piccola incisione nella parte dell
'occhio e si inserisce il microchip.
Optobionics, che ha sede a Naperville, nell'Illinois, non è l'unica impresa
a cimentarsi in questo settore. Secondo lo stesso Alan Chow ci sono almeno
una decina e più di aziende nel mondo impegnate in ricerche nel settore di
tecnologie per impiantare la retina. Ma solo una di queste, la statunitense
Second Sight LCC in Sylmar, California, è arrivata al livello della
sperimentazione clinica, effettuando l'inserimento del chip in due pazienti.
La ricerca in questo settore è molto costosa, e la stessa Optobionics, che
fino a qualche anno fa aveva sede nel sottoscala della casa di Chow, può
contare oggi su finanziatori esterni, Arch. Venture Partners, Polaris
Venture Partners, Metronic Inc, e Ciba Vision. Fondi di venture capital e
Metronic, la più grande compagnia di impianti medici: partner che credono
nelle potenzialità di questa innovazione. Al momento, infatti, il chip
solare è studiato per chi ha avuto una malattia degenerativa della retina,
ma già dalle prime applicazioni pilota si sono avuti dei ritorni che fanno
ben sperare nella possibilità di utilizzare l'implantologia a scopi anche
curativi e preventivi delle degenerazioni della retina. Nonché sugli
anziani. Un mercato ampio. Che per decollare aspetta solo l'ok delle
assicurazioni sanitarie, quando si convinceranno a pagare l'impianto.
Ho visto questi link che forniscono una buona informazione su fotovoltaico
Reply With Quote
Reply

Tags
chip , fotovoltaico , nanotech , nuova , retina


Thread Tools
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off
Trackbacks are On
Pingbacks are On
Refbacks are On

Forum Jump

Similar Threads
Thread Thread Starter Forum Replies Last Post
Ci vuole una enorme Fede per credere a Darwin VR Forum Biologia 2 12-19-2008 07:39 AM
Chip sotto pelle, crescono i fan negli Usa \(¯`·.¸Emael¸.·´¯\) Forum Biologia 1 01-10-2006 06:10 PM
Nanotech: Sviluppata da scienziati italiani nuova tecnica chirugica Emael Forum Biologia 0 12-09-2004 12:05 AM


All times are GMT. The time now is 10:59 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright 2005 - 2012 Molecular Station | All Rights Reserved
Page generated in 0.15129 seconds with 16 queries